X
<
>

I rilievi dei carabinieri forestali

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – I militari della stazione Carabinieri Parco di Cava di Melis hanno nei giorni scorsi denunciato alla Procura della Repubblica di Castrovillari, un uomo di Longobucco per il reato di incendio boschivo colposo.

Nei giorni scorsi, a seguito di una chiamata al numero di emergenza ambientale 1515, i carabinieri sono intervenuti in località Macrocioli nel comune di Longobucco, in provincia di Cosenza, a seguito dello svilupparsi di un incendio boschivo. Sul posto stava già operando una squadra antincendio regionale intenta a spegnere le fiamme che stavano interessando un bosco di Pino Laricio con sporadiche presenze di latifoglie.

Si è, quindi, proceduto all’attività d’indagine effettuata mediante l’applicazione del Metodo delle evidenze fisiche, che consente di ricostruire l’evoluzione del fuoco attraverso i segni e le tracce rilascia. In questo modo è stato individuato il punto di innesco dal quale si è propagato il rogo. Dall’attività d’indagine è emerso che sul terreno erano stati effettuati dei lavori agricoli da parte del proprietario che bruciando dei residui vegetali ha provocato l’incendio.

Le fiamme sono state domate dopo alcune ore ed hanno interessato una superficie boscata di oltre due ettari ricadenti in zona 2 del Parco della Sila.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares