X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

FUSCALDO – Migranti del centro di accoglienza straordinaria di Fuscaldo hanno bloccato il traffico sulla strada statale 18 al confine con Guardia Piemontese per denunciare presunti disagi vissuti nella struttura in questo periodo di coronavirus, nonché il trasferimento di alcuni ospiti in un centro del Nord.

Gli stranieri presenti nel Cas hanno posizionato materiali ingombranti per tentare di fermare il traffico, arrecando qualche disagio alla circolazione stradale.

A protestare, una donna di origine nigeriana con un bambino di pochi mesi che si è seduta sulla carreggiata.

Pochi minuti e il presidio, composto anche dal marito della donna, è stato smantellato, prima dell’arrivo della polizia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares