X

Gli uffici della Regione

Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Dopo l’avvio dei lavori per il terzo Megalotto della Statale 106 (LEGGI), un altro importante cantiere sta per riprendere le attività. In coda ad un lungo fermo dovuto alla necessità di approvare alcune varianti alle lavorazioni e dopo il successivo stop imposto dall’emergenza sanitaria, entro la fine di maggio ripartiranno le attività di cantiere per la realizzazione della strada Mirto – Longobucco. Ne danno notizia l’assessore regionale alle Infrastrutture Domenica Catalfamo ed il suo collega all’Agricoltura Gianluca Gallo, sottolineando come l’importante risultato sia dovuto anche alla stretta collaborazione tra i diversi uffici regionali coinvolti, in particolare il Dipartimento Infrastrutture, che svolge il ruolo di Stazione Appaltante, ed il Dipartimento Ambiente, che ha recentemente rilasciato il parere ambientale necessario alla ripresa dei lavori.

Nel frattempo, l’impresa appaltatrice ha già provveduto ad adeguare il piano di sicurezza in aderenza alle direttive per il contenimento della diffusione della Covid 19, come da disposizioni del Governo, così da garantire in primis la salute delle maestranze.

La ripresa dei lavori, oltre a garantire una boccata di ossigeno a circa una ventina di lavoratori ed alle loro famiglie, segna un importante punto di svolta nella concretizzazione dell’opera e consente di superare alcune criticità. Parallelamente a questo primo passo che è servito a sbloccare il cantiere e riprendere i lavori, è stata avviata una stretta collaborazione con gli uffici tecnici di Anas, con l’obiettivo di definire a breve l’opportunità di una eventuale variazione di tracciato nel tratto finale della strada, utile a consentire una migliore percorribilità favorendo il raccordo con il tronco stradale che Anas sta progettando per collegarla alla Statale 106.

In proposito, gli assessori Catalfamo e Gallo sottolineano come questo continuo confronto con Anas rientri nelle attività della task force recentemente istituita presso gli uffici del Dipartimento Infrastrutture, con l’obiettivo di velocizzare l’iter autorizzativo di queste importanti opere stradali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares