Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Mario Occhiuto non sarà il candidato della Lega alla presidenza della Regione Calabria. Matteo Salvini ha confermato la sua linea nel corso di una manifestazione tenuta a Roma

Resta il veto della Lega sul sindaco di Cosenza voluto da Forza Italia e le parole di Salvini sembrano non lasciare spazio a mediazioni: «Se ha il Comune in bancarotta, come fa a fare il governatore?», taglia corto il leader leghista. «E’ come candidare la Raggi a fare il presidente del Consiglio…», ironizza.

La linea dell’ex ministro dell’Interno è netta: « Servono candidati nuovi e specchiati, ovunque… », quindi aggiunge: «Prima vinciamo in Umbria e poi pensiamo a tutto il resto, ma noi chiediamo candidati nuovi».

La replica di Jole Santelli

Non si è fatta attendere la replica della coordinatrice regionale di Forza Italia, Jole Santelli, alle parole del segretario federale della Lega, Matteo Salvini.

«Sicuramente – afferma Santelli – Salvini non è bene informato sulla situazione del comune di Cosenza che era già in procedura di dissesto al momento dell’insediamento del sindaco Occhiuto. Occhiuto semmai è riuscito, nonostante il grande indebitamento ereditato dalla sinistra che ha governato in passato, a rendere la città tra le prime in Italia, risalendo dal 95° posto al 5° posto come risulta dal rapporto Ecosistema Urbano pubblicato sul Sole 24 Ore, con più di 400 milioni di euro in investimenti in opere di rigenerazione urbana attraverso l’utilizzo di fondi europei, caso unico in Italia. E nello stesso tempo ha ridotto il numero di dipendenti da circa 1200 a 450 bloccando le assunzioni e con procedure di mobilità e prepensionamenti, riducendo di fatto nei sette anni la spesa corrente di circa 50 milioni di euro rispetto al passato».

Per l’esponente del partito di Silvio Berlusconi, «Occhiuto è l’uomo del ‘fare’ e delle scelte coraggiose per il cambiamento, contro l’assistenzialismo della vecchia politica, che tutti in Calabria finalmente si aspettano. Salvini farebbe bene ad informarsi meglio e così capirebbe facilmente che ‘il nuovò che tanto invoca per la Calabria si chiama Mario Occhiuto”. Lo afferma, in una nota, Jole Santelli, deputata di Forza Italia e coordinatrice del partito azzurro in Calabria.
(PolLeb/AdnKronos)

  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •