X
<
>

Una ripresa

Tempo di lettura 2 Minuti

CARIATI (COSENZA) – Sono online sul canale ufficiale Youtube dallo scorso lunedì 11 ottobre, gli ultimi due episodi della web serie Eleven, l’ambizioso progetto tutto calabrese che ha preso il via nell’ottobre 2018. Finora, ogni episodio pubblicato, in tutto 11, ha superato le 30.000 visualizzazioni da tutto il mondo, con un’evidente promozione del territorio calabrese.

La storia, ambientata quasi interamente a Cariati, è avvolta da un fitto mistero che lascia con il fiato sospeso lo spettatore fino alla fine e accende un faro su molti temi sociali, trattati con una narrazione cinematografica non consueta.

Una serie originale, ricca di colpi di scena, nata da un’idea innovativa di Domenico Liguori, regista e autore insieme con la moglie Rossella Marino, che per molti mesi ha impegnato un nutrito cast artistico e tecnico, composto da circa 80 attori. Per girare tutte le scene in oltre 50 location diverse, con riprese presso gli aeroporti di Crotone e Roma, nel bosco di Terravecchia e in quello del Patire di Rossano, lo staff tecnico ha dovuto lavorare duramente, con collaborazioni anche da Londra e Dublino.

Tra le partecipazioni artistiche degli ultimi due episodi, gli attori professionisti Arianna Valentini e Mauro Cerminara, e gli allievi dell’Accademia Damus di Lecce, coinvolti in gemellaggio artistico destinato a proseguire per il futuro. La serie, interamente autofinanziata nei costi vivi dal regista, ha avuto il supporter di alcuni sponsor e il patrocinio gratuito del Comune di Cariati che ha messo a disposizione il Cinema Teatro e la zona Lega Navale.

«Il cammino è stato lungo, pieno di difficoltà, ma ce l’abbiamo fatta – dichiara Domenico Liguori – il nostro intento era quello di far conoscere Cariati in maniera differente, trattando temi importanti e mirando soprattutto alla valorizzazione del talento; abbiamo fatto capire a tutti, soprattutto ai giovani, che se si vuole davvero qualcosa, si può realizzare anche in un piccolo paese come Cariati grazie alla rete globale».

Un progetto di inclusione, questo di Eleven, che ha messo insieme persone diverse, senza alcun pregiudizio, valorizzandole al meglio. «Se siamo riusciti ad aiutare anche solo una di queste persone che hanno partecipato al progetto – conclude Liguori – ne è valsa la pena”. Il regista ha già in cantiere nuove iniziative, tra cui un cortometraggio e una commedia.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA