X
<
>

John Patitucci

Tempo di lettura 3 Minuti

TUTTO pronto per l’avvio del Peperoncino Jazz Festival (PJF) 2021, rassegna itinerante nelle più belle località della Calabria diretta artisticamente da Sergio Gimigliano, che da oggi, martedì 20 luglio al 5 settembre prossimo vivrà una appassionante XX edizione, ancora una volta, come accade ininterrottamente dal 2002, caratterizzando nel segno della cultura e della bellezza l’estate calabrese.

Il festival, la cui organizzazione come sempre è a cura dell’associazione culturale Picanto, verrà inaugurato, dunque, oggi alle 22 al Quadrato Compagna – in località Schiavonea – nel territorio comunale di Corigliano-Rossano con un vero e proprio concerto-evento che gode del prestigioso patrocinio istituzionale del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, di cui sarà protagonista John Patitucci, unanimemente considerato il numero uno del basso elettrico a livello mondiale.

Vincitore di quattro Grammy Awards e con alle spalle la registrazione di centinaia di album, la collaborazione con stelle di prima grandezza del panorama jazzistico internazionale (quali, tra gli altri, Dizzy Gillespie, Wayne Shorter, Herbie Hancock, Chick Corea, Stan Getz, Wynton Marsalis, Michael Brecker), ma anche con artisti pop del calibro di Natalie Cole, John Mayer, Alicia Keys, Joni Mitchell, Bono, Sting, James Taylor e Paul Simon, solo per citarne alcuni, Patitucci, infatti, da oltre trent’anni è considerato una figura fondamentale della storia della musica.

Dotato di uno stile personalissimo dopo le indimenticabili esibizioni calabresi degli scorsi anni l’eclettico bassista statunitense salirà sul palco assieme ad altri due stelle di prima grandezza del panorama internazionale.

Patitucci, che dopo tanti anni è un vero e proprio “Amico” del PJF (tanto da figurare come co-direttore artistico di questo ventennale!), nell’unica tappa a sud di Napoli del suo acclamatissimo tour europeo, salirà sul palco avendo al suo fianco altre due stelle di prima grandezza del panorama jazzistico internazionale: Chris Potter, considerato, grazie alle sue eccellenti abilità tecniche, alla sua versatilità musicale e al suo temperamento sperimentale e innovativo, come uno dei migliori sassofonisti jazz viventi e Brina Blade che rappresenta oggi il batterista jazz più richiesto al mondo. Il super trio sarà impegnato in un concerto che si preannuncia ad altissimo livello tecnico e di grande intensità emozionale e riproporrà per il pubblico calabrese il progetto artistico presentato in anteprima assoluta nel maggio 2019 al Birdland di New York in occasione della prima, riuscitissima, sessione newyorkese del PJF.

La serata, che, come da tradizione del festival musicale più piccante d’Italia, si concluderà nel segno dell’enogastronomia, con la degustazione dei migliori vini calabresi selezionati dal presidente Gennaro Convertini e serviti dai sommelier professionisti della F.I.S. – Fondazione Italiana Sommelier – Calabria (domani sarà la volta delle etichette prodotte dall’azienda Serracavallo) è stata fortemente voluta dall’Assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Corigliano Rossano Tiziano Caudullo e da tutta la compagine amministrativa guidata dal Sindaco Flavio Stasi, ed è realizzata in joint-venture con “Borgo Jazz”, evento a cura dell’amministrazione comunale e dell’associazione “Schiavonea Sant’Angelo Puliti”.

L’Associazione culturale Picanto devolverà all’associazione cittadina un congruo contributo al fine di sostenere la manifestazione “Borgo Jazz” e la realizzazione di due nuovi murales ispirati al tema “Jazz e Mare” a firma degli artisti Claudio Chiaravalloti, in arte “Claudio Morne” e Vincenzo Rodundo in arte “Zeus OCZB”, che saranno inaugurati mercoledì 21 luglio, nel corso della serata “Borgo Jazz”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA