X
<
>

Carmine Sangineto

Tempo di lettura 2 Minuti

Si intitola “Mi Alba” ed è il nuovo singolo di Carmine Sangineto. Il giovane artista calabrese, di Belvedere Marittimo, già dall’anteprima ha suscitato tanta curiosità e interesse. E finalmente oggi 21 giugno, arriva “Mi Alba”.

Non è un caso la scelta di questa data. Giorno che racchiude non solo l’inizio dell’estate, ma anche la ricorrenza della Festa della musica.

«Una occasione quindi di rilancio del settore musicale – dice Sangineto – colpito duramente dalla pandemia. Il titolo “Mi Alba” del resto trasmette l’idea di una rinascita, la speranza di una nuova alba che arriverà».

Phoné Recording Studio, creato dallo stesso autore, è il luogo dove è stata registrata “Mi Alba”, nel Centro Formazione Musicale Accademia dell’Ancia a Belvedere Marittimo. E proprio Belvedere è il paese che Sangineto sceglie per girare il suo video, alla cui realizzazione hanno preso parte artisti vari.

Insieme hanno dato vita ad una suggestiva scenografia, con un palcoscenico straordinario a cielo aperto, animato dalla coreografia dei ballerini. Il video si svolge dunque nella cornice naturale di un tratto bellissimo della costa tirrenica. Un modo per promuovere e rivalutare il luogo attraverso il connubio tra mare e musica.

«Nella sua forma artistica, in musica, il videoclip – dice l’artista – si propone di far conoscere  immagini di vita reale della tipica estate al Sud, un tema che incrocia spesso il mare, la spiaggia, il relax, il sole, i lidi, che racconta i giorni belli e spensierati dell’Estate belvederese, con un brano che invita a lasciarsi andare».

«“Mi Alba” è una bachata moderna, la musica si avvicina molto alle note pop dal ritmo velocizzato e coinvolgente, pur mantenendo sempre una melodia dolce e sensuale. “Mi Alba” con le sue sonorità – sostiene – si identifica con la cultura del Sud, il suono della bellezza dell’Estate che farà ballare tanta gente in quell’espressione caratteristica di leggerezza e libertà».

Quella di Carmine Sangineto è una lunga storia d’amore con la musica che inizia da quando bambino. Una passione che lo ha portato per ben tre volte sul podio mondiale di organetto. Sangineto però non è solo un semplice cantautore, ma anche concertista, didatta, innovatore del diatonico e fondatore della scuola di musica “Accademia dell’Ancia”. Tanti i successi e le soddisfazioni di un giovane che non si arrende e continua a crescere.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA