X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

FROSINONE – Evidentemente l’ottava giornata porta bene: il Cosenza batte il Frosinone allo “Stirpe” per 0-2 e, per il terzo anno consecutivo di B, prende i primi tre punti della stagione dopo la seconda sosta Nazionali. Man of the match è Mirko Carretta, autore di una doppietta, ma soprattutto Roberto Occhiuzzi, bravissimo a leggere le situazioni della gara e a portare a casa il risultato migliore.

Confermate le impressioni della vigilia, 3-4-1-2 con Bahlouli dietro Báez e Carretta. A centrocampo duo d’esperienza con Bruccini e Sciaudone, sulle fasce Vera a sinistra e Bittante a destra. Davanti a Falcone vanno Tiritiello, Idda e Legittimo. Nesta sceglie il 3-5-2.

Inizia meglio il Cosenza, ma il primo tiro in porta è del Frosinone con Beghetto, bloccato da Falcone. Risponde Bahlouli al 10’ con un gran destro da fuori sul quale Bardi vola a deviare in angolo: sarà il primo di vari miracoli del portiere di casa. Proprio nell’occasione procurata dal trequartista, Tabanelli accusa un risentimento muscolare che costringe Nesta al primo cambio. Al 21’ Ciano ci prova su punizione da trenta metri sfiorando l’incrocio: Falcone era comunque sulla traiettoria. Alla mezz’ora è il turno di Novakovich, il cui colpo di testa è bloccato senza problemi dal portiere rossoblù. Al 38’ grande combinazione Báez-Sciaudone con tiro di quest’ultimo dal vertice alto dell’area piccola deviato in angolo. L’occasione migliore è proprio del centrocampista, che sfrutta un imprevedibile tacco di Tiritiello sugli sviluppi di un calcio di punizione e prova a superare Bardi in uscita: il portiere scuola Inter salva con una buona uscita. All’ultimo minuto di recupero un contropiede del Frosinone si chiude in area dei Lupi con un sinistro svirgolato da Rhodén che è anche l’occasione di chiusura del primo tempo, che termina a reti inviolate.

Inizia la ripresa e, dopo neanche due minuti, il Cosenza passa in vantaggio: azione manovrata sulla sinistra, cross di Vera, liscio di Báez e Carretta approfitta della corta respinta di Bardi per mettere in rete. Neanche un giro d’orologio e l’uruguagio può mettere k.o. gli avversari, ma il suo tiro è bloccato dal portiere avversario. Dall’altra parte Novakovich si gira e calcia velocemente all’interno dell’area, Falcone compie una gran parata di piede. Al quarto d’ora ancora Báez cerca di riscattarsi, ma Bardi è in serata e salva di nuovo sul tiro a giro del numero 7.

Al 25’ arriva il raddoppio: Corsi intercetta un lancio sbagliato di testa, Báez aspetta lo smarcamento di Carretta e gli serve un cioccolatino da spingere in porta. Dieci minuti dopo ci prova per il Frosinone il neoentrato Parzyszek, colpo di testa fuori di poco. Il polacco è il più pericoloso e tenta anche in girata, ma senza mai trovare la porta. È l’ultima occasione della gara, che si conclude così sullo 0-2, meritatissimo, per un Cosenza che torna a respirare. Prima vittoria e otto punti dopo otto gare. Si guarda avanti con fiducia. Prossima tappa, la gara d Coppa a Parma mercoledì prossimo.

Questo il tabellino della partita

  • FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Szyminski; Salvi (14’ st Kastanos), Rohden (14’ st Dionisi), Maiello, Tabanelli (12’ pt Tribuzzi), Beghetto (32’ st Zampano); Novakovich (32’ st Parzyszek), Ciano. In panchina: Iacobucci, Curado, Ardemagni, Boloca, D’Elia, Carraro, Vitale. Allenatore: Nesta
  • COSENZA (3-4-1-2): Falcone; Tiritiello, Idda, Legittimo (42’ st Schiavi); Bittante, Bruccini, Sciuadone, Vera (23’ st Corsi); Bahlouli (20’ st Kone); Baez, Carretta (42’ st Sacko). In panchina: Matosevic, Petre, Bouah, Ba, Borrelli, Maresca, La Vardera, Sueva. Allenatore: Occhiuzzi
  • ARBITRO: Di Bello di Brindisi
  • MARCATORI: 2’ st Carretta, 25’ st Carretta
  • NOTE: Partita disputata a porte chiuse. Ammoniti: Bahlouli (C), Brighenti (F), Ciano (F), Carretta (C), Dionisi (F). Angoli: 6-4 per il Cosenza. Recupero: 2’ pt; 5’ st
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares