X
<
>

Kone segna il gol vittoria per il Cosenza

Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Il Cosenza torna dalla sosta rinvigorito e con il secondo successo della stagione al “Marulla” si scrolla di dosso la pressione dell’Ascoli, sorprendentemente in vantaggio a metà della prima frazione ma poi troppo fragile e incapace di mantenere fino alla fine con i tre punti. Il 2-1 spinge i marchigiani a -4 dalla formazione di Roberto Occhiuzzi, che firma invece uno strappo importante per tirarsi fuori dai guai.

I silani questa volta riescono a superare i propri limiti, puntualmente rispolverati al 22′ quando Quaranta infila di testa alle spalle di Falcone su un calcio di punizione di Sabiri.

Il Cosenza pareggia a ridosso del riposo (46′) con un calcio di rigore di Tremolada (fallo di Brosco su Gliozzi, dopo un cross di Corsi) e poi capovolge il risultato con una conclusione dal limite di Kone nei primi minuti del secondo tempo (8′), prima di soffrire un po’ nel finale.

Questo il tabellino della partita:

  • COSENZA (3-4-1-2): Falcone 6; Ingrosso 6, Idda 6, Legittimo 7; Gerbo sv (17’st Corsi 6.5), Petrucci 6 (32’st Kone 7), Sciaudone 6.5, Crecco 6.5; Tremolada 6.5 (35’st Bahlouli sv); Trotta 6, Gliozzi 6.5. In panchina: Saracco, Tiritiello, Carretta, Sacko, Bouah, Schiavi, Vera, Antzoulas, Sueva. Allenatore: Occhiuzzi 6.5.
  • ASCOLI (4-3-1-2): Leali 6; Pucino 5.5, Brosco 5, Quaranta 6, Kragl 5.5 (11’st D’Orazio 6); Saric 5.5, Buchel 6 (11’st Parigini 5.5), Eramo 6 (18’st Caligara 5.5); Sabiri 6.5 (30’st Cangiano sv); Bidaoui 5.5, Bajic 5 (30’st Simeri sv). In panchina: Sarr, Corbo, Mosti, Pinna, Avlonitis, Cacciatore. Allenatore: Sottil 5.5.
  • ARBITRO: Valeri di Roma 6.5.
  • RETI: 22’pt Quaranta, 46’pt Tremolada (rig), 8’st Kone.
  • NOTE: giornata soleggiata, terreno in buone condizioni, partita disputata a porte chiuse. Ammoniti: Kragl, Brosco, Ingrosso, Saric. Angoli: 3-2 per l’Ascoli. Recupero: 3′, 5′.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares