X
<
>

Condividi:

LECCE – Altra trasferta, altra sconfitta per il Cosenza. Al “Via del Mare” il Lecce vince 3-1 col minimo sforzo e costringe i Lupi a rinviare l’appuntamento con la vittoria esterna che manca dallo partita contro la Virtus Entella dello scorso 30 gennaio.

La buona partenza della squadra di Zaffaroni dura pochi minuti, poi i salentini prendono possesso del campo e danno avvio ad un dominio interrotto solo momentaneamente dal gol della bandiera di Giuseppe Caso.

A sbloccare la gara è Strefezza che riceve palla sulla trequarti, avanza indisturbato verso il limite dell’area e batte Vigorito con un diagonale basso. Il raddoppio arriva agli sgoccioli della prima frazione: cross di Calabresi dalla destra per Coda che stacca comodamente nel cuore dell’area di rigore e incrocia sul secondo palo.

Il secondo tempo inizia subito con il 3-0 per il Lecce che va a segno con Bjorkengren lanciato in profondità da Strefezza. I Lupi perdono fiducia compattezza e rischiano di subire la goleada. In quattro minuti, tra il 58′ e il 62′, i padroni di casa colpiscono due pali con Di Mariano e Calabresi.

Poi Zaffaroni manda in campo Corsi, Florenzi e Gerbo e i calabresi sembrano ritrovare orgoglio. Il gol della bandiera lo firma, come detto, Caso che finalizza bene una caparbia ripartenza guidata da Florenzi e Gori. Ma è solo un episodio, il Lecce riprende in mano il pallino del gioco e sfiora in più occasioni la quarta rete.

Quinta sconfitta in sei trasferte per i rossoblu che dovranno ancora una volta appellarsi al “fortino” del “San Vito-Marulla” per tornare a muovere la classifica. Venerdì sarà tempo di derby contro la Reggina, battuta nel pomeriggio 0-1 dal Cittadella al “Granillo”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA