X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

LOCRI (RC) – Un gruppo di lavoratori idraulico forestali ha occupato la sede del Consorzio di bonifica Alto Ionio Reggino per protestare contro il mancato pagamento di alcune mensilità. Alla protesta stanno partecipando anche i sindacalisti della Flai-Cgil e della Fai-Cisl di Locri.

«Abbiamo deciso – è scritto in una nota dei sindacati – di passare il Primo Maggio, festa dei lavoratori, con l’Ente consortile occupato. La cosa che dispiace è l’ingiustificata assenza da parte dei dirigenti dello stesso consorzio che, malgrado le difficoltà dette, non avvertono l’esigenza di confrontarsi con i lavoratori e le organizzazioni sindacali. La mancanza di dialogo inasprisce ancor di più i rapporti tra le maestranze e i responsabili del Consorzio, al punto che qualche lavoratore invoca finanche le dimissioni di tutta la dirigenza consortile».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares