X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

OGGI in omaggio in edicola con il Quotidiano c’è il Diario del 2020, uno speciale di 40 pagine con il racconto di un anno in Calabria ma non solo.

Il racconto di un anno non è mai semplice. Nel caso di quello passato, particolarmente complicato dalla pandemia che ha sconquassato il mondo, il compito è ancora più difficile e non perché è stato un anno bruttissimo – il peggiore di sempre ha scritto il Time nella copertina che gli ha dedicato il numero di dicembre – ma è difficile perché le cronache sono state assorbite dalla contingenza di un virus e continuava, e non ha ancora smesso, a fare contagi e vittime ma soprattutto perché l’essenza di questo 2020 appena andato via dovrebbe essere, per via delle mille fragilità di cui ci siamo resi conto nel corso di questi mesi, la presa di coscienza che certi modelli vanno rivisti che alcune certezze si sono rivelate effimere e che su talune questioni non c’è spazio per mediocrità o tentennamenti.

Per la Calabria è stato un anno difficile in quadro planetario già di per sè complicato. Molti i nodi al pettine, soprattutto sul piano dell’efficienza del sistema sanitario.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA