X
<
>

L'arrivo di Rocco Morabito

Tempo di lettura < 1 minuto

SAN PAOLO (BRASILE) – Rocco Morabito è stato trasferito dalla polizia federale brasiliana in una località segreta. Il narcotrafficante calabrese, arrestato ieri in Brasile (LEGGI), è stato condotto all’aeroporto Castro Pinto di Joao Pessoa, capitale dello stato di Paraiba, a bordo di un suv bianco scortato da tre suv neri ed è stato fatto imbarcare in un aereo della polizia federale.

GUARDA IL VIDEO DELL’ARRIVO DI MORABITO

Il luogo dove è stato trasferito Morabito «non sarà reso noto per la sicurezza del detenuto», hanno detto fonti del ministero della Giustizia.

Morabito sarà estradato in Italia direttamente dal Brasile per come hanno spiegato le autorità dell’Uruguay, dove il boss di ‘ndrangheta era evaso due anni fa. In conferenza stampa, il procuratore Jorge Diaz ha spiegato che il piano uruguaiano era originariamente di far espellere Morabito dalle autorità brasiliane in Uruguay, da dove sarebbe stato poi estradato in Italia, dal momento che il processo di estradizione era già davanti alla Corte suprema e sarebbe stato rapido.

«Ma nel momento in cui arriva un nuovo mandato di cattura internazionale dall’Italia, approvato dalla Corte suprema federale del Brasile, la polizia federale brasiliana non può più ordinare l’espulsione e l’estradizione deve essere eseguita», ha spiegato Diaz.

Pertanto, «l’Uruguay non chiederà l’estradizione per non ostacolare il processo di estradizione in Italia, dove ha commesso i crimini più gravi», ha detto.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA