X
<
>

Condividi:

Calano i tamponi giornalieri, crescono i nuovi contagi e, di conseguenza, il tasso di positività. Nessun decesso ma sono in aumento i ricoveri negli ospedali calabresi. Poche le buone notizie dal bollettino del 6 novembre 2021, diffuso dal dipartimento Protezione Civile della Regione Calabria, che conferma il lento ma costante peggioramento della pandemia da Coronavirus sul territorio regionale.

In particolare, sono 244 i nuovi contagi rilevati e ufficializzati nel territorio calabrese mentre nello stesso intervallo di tempo i guariti sono 96.

Oggi i tamponi processati raggiungono quota 4.776 (ieri erano 5.884) con un indice di positività che si fissa al 5,11% (ieri 2,87%). I test effettuati dall’inizio della pandemia salgono, così, a 1.323.412. Il totale dei casi rilevati dall’inizio dell’emergenza legata alla pandemia da Coronavirus Covid 19 arriva a quota 88.407 mentre il tasso di positività generale dall’inizio della pandemia in Calabria è al 6,68%.

La situazione dei contagi

casi attivi si attestano a quota 3.430 (+148 rispetto a ieri). Ciò è dovuto al saldo tra i nuovi contagi (244), i guariti (96) registrati nelle ultime 24 ore (il totale delle persone che hanno superato la malattia dall’inizio della pandemia sale a 83.523) e i decessi (0).

Il totale dei decessi è stabile a quota 1.454 con un tasso di mortalità in Calabria che scende all’1,64%. Mentre i tassi di mortalità a livello provinciale sono i seguenti:

  • Catanzaro – 158 decessi – 1,35%
  • Cosenza – 658 decessi – 2,31%
  • Crotone – 115 decessi – 1,32%
  • Reggio Calabria -411 decessi – 1,32%
  • Vibo Valentia – 103 decessi – 1,46%
  • Altra Regione – 9 decessi – 0,64%

Percentuale di casi positivi in rapporto alla popolazione

Da inizio pandemia ha contratto il covid in Calabria il 4,66% della popolazione. Il dato più alto si registra sempre in provincia di Reggio Calabria dove la percentuale di contagio della popolazione sale al 5,86%. Ecco il dato provincia per provincia:

  • Calabria 4,66% (88.407 casi su 1.894.110 abitanti)
  • Cosenza 4,12% (28.456 casi su 690.503 abitanti)
  • Catanzaro 3,34% (11.681 casi su 349.344 abitanti)
  • Crotone 5,17% (8.727 casi su 168.581 abitanti)
  • Reggio Calabria 5,86% (31.101 casi su 530.967 abitanti)
  • Vibo Valentia 4,55% (7.036 casi su 154.715 abitanti)

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SUL CORONAVIRUS IN CALABRIA

I soggetti in isolamento domiciliare diventano 3.310 (+143), così ripartiti:

  • 1.319 in provincia di Cosenza,
  • 160 in provincia di Catanzaro,
  • 215 in provincia di Crotone,
  • 402 in provincia di Vibo Valentia,
  • 1.071 in provincia di Reggio Calabria
  • 143 tra gli extraregionali (non residenti o stato estero).

Aumentano i ricoveri in reparti ordinari che raggiungono quota 112 (+5) così ripartiti:

  • Provincia di Catanzaro 11 persone contagiate
  • Provincia di Cosenza 38 persone contagiate
  • Provincia di Reggio Calabria 41 persone contagiate
  • Crotone 16 persone contagiate
  • Vibo Valentia 5 persone contagiate
  • Altra Regione o stato estero 1 persona contagiata

Stabile il dato sui pazienti in terapia intensiva che restano 8 (0), così ripartiti: 4 a Catanzaro, 3 a Cosenza, 1 a Reggio Calabria.

In base alle decisioni prese dalla cabina di regia, sono cambiati i parametri per il passaggio in zona gialla, per il quale vengono prese in considerazione le percentuali di ospedalizzazione sul totale dei posti disponibili: la soglia viene fissata al 15% per le aree non critiche e, contemporaneamente, al 10% per le terapie intensive. Ad oggi in Calabria è occupato l’11,6% dei posti in area medica e il 4,6% in terapia intensiva. Mentre nella settimana in corso l’incidenza dei positivi per 100mila abitanti è fissata a 32.26.

I casi scoperti e confermati oggi nelle varie province calabresi sono così suddivisi (tra parentesi il totale dei casi attivi nelle rispettive province):

  • Cosenza: 88 (1.360)
  • Catanzaro: 22 (175)
  • Crotone: 29 (231)
  • Vibo Valentia: 21 (407)
  • Reggio Calabria: 84 (1.113)
  • Altra Regione o Stato Estero 0 (144)

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA