Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – È ancora bloccato lo sbarco dei croceristi dalla nave ferma al porto di Civitavecchia, vicino a Roma, per due casi di sospetto coronavirus. Dopo i primi risultati rassicuranti arrivati dalle analisi effettuate sulla coppia di cittadini cinesi in viaggio sulla nave, era stata dato l’ok allo sbarco di 1143 passeggeri. Ma in seguito al no arrivato dal sindaco di Civitavecchia l’autorizzazione è stata revocata in attesa dei risultati definitivi dell’ospedale Spallanzani.

GUARDA I VIDEO DELLA COPPIA DI SPOSINI CALABRESE

A bordo, tra gli altri passeggeri, anche una giovane coppia di Cirò Marina, Vincenzo e Rita, che si trovava in vacanza. Nel pomeriggio, tra l’altro, è stata esclusa l’ipotesi di uno sbarco immediato dalla Costa Smeralda con la restituzione dell’usufrutto delle camere ai passeggeri, compresi quelli con le etichette rosse e bianche ai quali era stato inizialmente autorizzato lo sbarco.

Non ci sono al momento comunicazioni ufficiali dall’autorità portuali, ma un altro passeggero tra quelli ai quali era stata data la possibilità di sbarcare ha spiegato, in un audio pubblicato sul sito dell’Adnkronos, che scaricate le valigie gliele hanno fatte reimbarcare: «Siamo ancora tutti qui – dice – stanchi morti, non ce la facciamo più».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •