Controlli dei carabinieri di Petilia Policastro

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

La donna si è pure scagliata contro i carabinieri nel tentativo di evitare una perquisizione

CROTONE – I carabinieri di Petilia Policastro e Cotronei, in provincia di Crotone, hanno arrestato una donna con l’accusa di omissione di soccorso e lesioni aggravate. I militari hanno fermato la donna accusata di aver ferito con un coltello da cucina il convivente, un uomo più giovane di lei di qualche anno, a seguito dell’ennesimo litigio scoppiato fra i due per futili motivi.

Due sarebbero stati i colpi che hanno raggiunto l’uomo, rimasto colpito per fortuna solo al braccio sinistro, probabilmente nel tentativo di parare i colpi, sufficienti comunque a provocargli lesioni giudicate guaribili in sette giorni.

I militari sono riusciti con non con poche difficoltà a contenere la donna che si è scagliata anche contro di loro al fine di evitare che venisse eseguita la perquisizione all’interno del luogo dove era avvenuta l’aggressione. Una perquisizione che portava alla luce, oltre al coltello col quale era stato colpito l’uomo (di 22 centimetri di lunghezza), anche un altro a serramanico da 15 centimetri, nch’esso sporco di sangue.

Dopo l’udienza di convalida è stato convalidato l’arresto e, così come richiesto dall’accusa, è stata applicata alla donna la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •