Un terreno interessato dalla siccità

Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – Agricoltori e turisti stanno protestando davanti la Prefettura di Crotone, dove è in corso un vertice sull’emergenza idrica, per chiedere una migliore gestione dell’acqua in questo periodo di siccità.

Alla riunione partecipano i rappresentanti del Consorzio di bonifica Ionio Crotonese e della A2A (società che gestisce i laghi silani per le centrali idroelettriche) ed i sindaci di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cutro, territori ai quali il Consorzio fornisce l’acqua concessa da A2A e che scarseggia nei laghi.

Gli agricoltori di Isola Capo Rizzuto si sono detti preoccupati: «Abbiamo l’acqua per le coltivazioni estive, ma ci è stato detto che non ci sono possibilità per la campagna invernale che è quella più importante».

Il turismo rappresenta l’altro settore penalizzato: «Oltre 1.500 persone – ha detto il rappresentante del villaggio Giancarlo Sitra – per tre giorni consecutivi non hanno acqua. Siamo consapevoli dei problemi, ma chiediamo che la turnazione avvenga a giorni alterni e non consecutivi».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •