X

Un bagnino

Tempo di lettura < 1 minuto

ISOLA CAPO RIZZUTO (CROTONE) – Erano a bordo di una barca a vela lunga 16 metri i 56 immigrati clandestini approdati all’alba di oggi sulle spiagge del crotonese, in località Sovereto del comune di Isola Capo Rizzuto.

Si tratta di 39 uomini, 6 donne e 11 bambini di nazionalità irachena e siriana trasferiti al Cara di Isola Capo Rizzuto dopo le procedure di identificazione effettuate dalla polizi.

 

Sulla spiaggia si sono viste scene di disperazione, con bambini e donne stremati e soccorsi da bagnini e da gente che si trovava in spiaggia.

Ad avvistare l’imbarcazione, che si era avvicinata alla costa senza essere intercettata da alcun mezzo navale, sono stati i bagnini di alcuni villaggi turistici della zona che intorno alle cinque del mattino erano già in spiaggia.

Quando si sono resi conto che si trattava di una imbarcazione di migranti, hanno allertato la Guardia costiera ma intanto, a bordo di alcuni pattini, hanno raggiunto la barca a vela per prestare soccorso ai profughi. E’ stato infatti portato subito a riva un neonato che era in compagnia della madre. Sul posto sono quindi intervenuti volontari della Croce Rossa Italiana e della Misericordia di Isola Capo Rizzuto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares