X
<
>

La cantautrice Teresa Merante

Share
1 minuto per la lettura

MELISSA (CROTONE) – Doveva svolgersi i primi di agosto nel borgo di Melissa “la Festa del Grano” ma la Questura di Crotone l’ha bloccata. Stando a quanto riferito dall’assessore al Turismo e spettacolo, Carlo Poerio, le motivazioni sarebbero legate a ragioni di ordine pubblico.

Più precisamente pare che l’associazione di volontariato Auser che organizzava l’iniziativa avrebbe dato un preavviso non congruo: nel cartellone figurava quella Teresa Merante cantante new folk già al centro di diverse polemiche per le sue canzoni che strizzano l’occhio alla criminalità organizzata.

Più incomprensibile appare il fatto che l’amministrazione comunale di Melissa abbia dato il patrocinio alla manifestazione vista la presenza della cantante che ha nel repertorio canzoni dedicate a Totò Riina, in una delle quali canta «due giudici gli erano contro ed arrivò per loro il giorno. Li fece uccidere senza pietà» con un chiaro riferimento ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

La Merante ottenne poi un certo rilievo su You tube riproponendo il brano “U latitante” scritto da Raffaele Castiglione, dedicata al fratello Rocco capobastone ucciso in un agguato a Roccabernarda.

Share

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

Share
Share
EDICOLA DIGITALE