X
<
>

Condividi:

CROTONE – La serie A si mette in moto e per la matricola Crotone inizia l’avventura nella massima categoria del calcio italiano. Mettendo temporaneamente da parte la questione legata allo stadio (LEGGI LE NOTIZIE) l’attenzione è tutta concentrata sul calendario sorteggiato oggi. La prima giornata vede il Crotone impegnato in una sfida esterna contro il Bologna. La prima in casa, ci si augura all’Ezio Scida, è fissata alla seconda giornata il 28 agosto contro il Genoa. Fermo restando che tutte le sfide saranno difficili quelle con le big desteranno la maggiore attenzione e per il Crotone lo scontro con le grandi o presupposte tali inizierà già alla quinta contro la Roma all’Olimpico. La nona giornata sarà la volta del Napoli ospitato in casa mentre la volta successiva i pitagorici voleranno a Firenze per incontrare la Fiorentina. La dodicesima giornata sarà nel segno dell’Inter a San Siro mentre sempre alla Scala del calcio ma alla quindicesima il Crotone sfiderà il Milan. Le ultime due giornate, invece, saranno per la Juventus (all’andata in casa) e per la Lazio (all’andata all’Olimpico).

GUARDA IL CALENDARIO INTEGRALE DEL CAMPIONATO DI SERIE A

«Credo che sulla carta vengono attribuiti dei valori che spesso non vengono decisi dal campo. Sicuramente Juventus, il Milan, l’Inter, la Roma hanno più qualità, però alla fine dipende come ci arrivano le squadre». Queste le prime parole a caldo del tecnico del Crotone, Davide Nicola, a Sky, commentando la prima giornata del campionato di Serie A che vedrà il neo promosso Crotone affrontare il Bologna in trasferta. «Non sono spaventato affatto, si respira un entusiasmo contagioso, sono tutti consapevoli che siamo una matricola ma c’è voglia di misurarsi in campionato dove non siamo mai stati. Stiamo lavorando per cercare di allestire la squadra secondo le nostre potenzialità e filosofia. Quello che conta alla fine è dimostrare in campo che ci sia coraggio e una certa identità, poi cercheremo di esser competitivi contro tutto e tutti», ha aggiunto il tecnico del Crotone. «La favola per noi è raggiungere la salvezza, sappiamo che non sarà facile ma siamo qui per scrivere altra pagina di storia».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA