X

Tempo di lettura 2 Minuti

Il presidente del Crotone commenta la protesta dei tifosi durante la partita con l’Atletico Madrid e ringrazia il sindaco di Cosenza Occhiuto per l’ospitalità

CROTONE – Non si è fatta attendere la presa di posizione del presidente del Crotone Raffaele Vrenna dopo lo striscione di protesta esposto ieri allo stadio “Marulla” durante l’amichevole con l’Atletico Madrid (GUARDA IL VIDEO). Sullo striscione c’era scritto “Statale 106, ferrovia jonica, porto, aeroporto Sant’Anna e stadio Ezio Scida. Crotone con la sua storia e la sua gente bistrattata da una Regione sempre più incapace e indifferente. Curva sud Crotone”.

LEGGI l’ARTICOLO SULLA SERATA

Il massimo dirigente rossoblù questa mattina ha detto: «Gli ultrà hanno tutto il diritto di protestare ma dobbiamo anche raccontare i fatti come stanno. Dobbiamo ringraziare la Regione Calabria perchè a una giornata dalla fine dello scorso campionato ha stanzato 2 milioni e mezzo di euro per lo stadio di Crrotone, risoerse senza le quali non avremmno potuto giocare il campionato di serie A in casa nostra».

Sulla storica amichevole con l’Atletico, invece, Vrenna ha aggiunto: «E’ stata la partita più importante di tutto il precampionato italiano, nessuno ha affrontato l’Atletico Madrid, neanche tra le big. Ringrazio il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto per l’ospitalità dimostrata».

Infine sulla questione stadio: «Ce la stiamo mettendo tutta, ma contro il Genoa dovremmo giocare a Pescara. Nella prossima settimana inizieremo la campagna abbonamenti con una partita in meno. Come società siamo a buon punto per quanto riguarda la tribuna coperta, ma adesso il Comune deve accelerare decisamente per permetterci di giocare a Crotone il resto del campionato di Serie A. Bisogna fare di tutto per giocare il 18 settembre allo “Scida” col Palermo».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares