X

Tempo di lettura 3 Minuti

CROTONE – La sosta per gli impegni della Nazionale è un vero e proprio toccasana per Davide Nicola, il suo staff e tutta la truppa rossoblu. Proprio nell’ultimo giorno di calciomercato sono arrivati ben cinque calciatori, tutti già a disposizione del tecnico e che stanno lavorando duramente per mettersi al passo con gli altri e integrarsi nel più breve tempo possibile con il resto del gruppo.

LEGGI DEGLI ULTIMI DUE ACQUISTI

Tra questi quello dotato di maggiore esperienza Djamel Mesbah, esterno sinistro che ha rescisso il contratto con la Sampdoria proprio per iniziare una nuova avventura con la maglia del Crotone. «Sono contento di essere arrivato qui, conosco diversi compagni come Palladino, Rosi e Ceccherini. Ho avuto anche modo di lavorare con il mister a Livorno e so bene di che ambiente offre Crotone. Ho visto la gara con il Genoa (LEGGI IL RESOCONTO DELL’INCONTRO e GUARDA LE IMMAGINI DELLA PARTITA) e ho trovato una squadra che ha proposto gioco, adesso abbiamo dieci giorni per preparare la prossima partita nel migliore dei modi». Da giocatore navigato Mesbah si sente di dare un primo consiglio ai suoi compagni di squadra.

«Il Crotone non deve mai avere paura. La nostra è una squadra che può giocarsela con tutti, sono convinto che venderemo cara la pelle e tutti suderanno contro di noi. È chiaro che troveremo momenti di difficoltà contro le corazzate ma con il lavoro e il gruppo potremmo raggiungere un obiettivo difficile ma non impossibile». L’esterno viene da un momento non certo facile, adesso però ha tanta voglia di rimettersi in pista.

«Alla Sampdoria non ho giocato negli ultimi periodi, sono arrivato a Crotone per dimostrare che sono ancora un calciatore da Serie A. Ma al di là degli obiettivi personaleli quello che conta e soprattutto il gruppo, dobbiamo lavorare duramente ogni giorno per migliorare e raggiungere la nostra meta. Prima di arrivare in Italia giocavo molto più avanti, poi ho quasi sempre fatto il terzino. Il ruolo però non importa, sono a completa disposizione del mister».

E chi Crotone la conosce bene e Lorenzo Crisetig, centrocampista esploso proprio in Calabria dopo che era stato messo da parte dallo Spezia. In quel periodo era un calciatore di proprietà dell’Inter, società che volendolo valorizzare ha scelto proprio quella pitagorica per la sua crescita. Nulla di più azzeccato visto che sotto la guida di Massimo Drago Crisetig ha avuto modo di dimostrare le sue qualità. Adesso è un calciatore cresciuto molto dal punto di vista tecnico ma che arriva con la stessa fame di qualche anno fa.

«Ho scelto di tornare per tanti motivi: il mister, la società, la squadra e un ambiente tranquillo ti che ti consente di lavorare nel migliore dei modi. Devo confessare che sono stato un po’ in ansia visto che il mio trasferimento si è concretizzato solamente nei minuti finali, alla fine però ci siamo riusciti e di questo sono contentissimo. Cercherò di dare tutto nel corso della settimana per mettere in difficoltà l’allenatore che poi farà le sue scelte nel weekend. La Serie A è un campionato dove non puoi permetterti di sbagliare visto che al primo errore ti puniscono. Noi però abbiamo tanta voglia di dimostrare di essere all’altezza e lavorando duramente ogni giorno i risultati arriveranno».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares