Tempo di lettura 3 Minuti

CAMIGLIATELLO SILANO (Cosenza) – “La sana follia di fare e di credere nell’agricoltura” così è stato sintetizzato il senso nell’assegnazione  dei premi Oscar Green 2012 per la Calabria che si è svolta nella cornice di Camigliatello Silano località montana della Sila cosentina. Come ogni anno Coldiretti Giovani Impresa ha bandito il concorso Oscar Green, premio promosso per valorizzare e dare spazio all’innovazione in agricoltura. L’obiettivo è quello di portare all’attenzione dei cittadini e delle altre aziende agricole, le esperienze vincenti di imprenditori che hanno saputo costruire progetti di impresa competitivi e sostenibili allo stesso tempo, rafforzando il legame con il loro territorio d’appartenenza. Oltre i dirigenti della Coldiretti Molinaro, Cosentini, Tarasi, Saccà, Perrone, Casuscelli, Manzari ed altri, ha partecipato,  il Segretario Nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, Carmelo Troccoli. Sono stati presenti, anche sindaci e amministratori di diversi comuni della provincia di Cosenza. Tanti i volti dell’agricoltura vincente e innovativa presenti del movimento di Giovani Impresa di Coldiretti che si sono ritrovati per essere premiati e per discutere sulle criticità e delle problematiche che accompagnano la scelta di investire in agricoltura, ma anche delle tante opportunità che l’impegno in agricoltura offre, fra cui i nuovi mestieri e i fondi del Piano di Sviluppo Rurale per i nuovi insediamenti. Sette i premiati per altrettanto categorie di concorso: Luigi Adinolfi giovane imprenditore di Oriolo (CS) con il suo amaro Ulivar un liquore all’olio di oliva per “Stile e cultura d’impresa”;  Benedetta Falcone “ Azienda agricola valle dell’agrifa , con i suoi prodotti nel campo ortofrutticolo con l’uso di energie alternative  per “Non solo agricoltura”; Barbieri Francesco con l’azienda Ortomania con il programma “frutta nelle scuole” del Ministero Politiche Agricole per la categoria “in filiera”; Azienda Vitivinicola Pichilli Scordo quattro sorelle che riprendono una tradizione familiare di produzione vitivinicola nel comune di Palizzi (RC) con vitigni autocnoni allevati in spalliera per la categoria “Campagna Amica”;  Francesco Albanese azienda Tecnoverde innovativa nel settore florovivaistico  con le specialità stagionali  per “Esportare il territorio”; Giovanni Muzzupappa frantoio Mafrica con il suo olio, l’utilizzo degli scarti e la produzione di creme per la cura del corpo, ed infine il Comune di Cosenza per la manifestazione “Agriart” l’arte di produrre cibo  ha ricevuto la menzione speciale “Paese Amico”. I premi delle 7 categorie consentono l’accesso alla finale nazionale. 

L’obiettivo dell’iniziativa – è stato evidenziato  – è valorizzare le imprese impegnate a costruire una filiera agricola tutta italiana, cioè con prodotto al 100% italiano, innovando la propria attività per rispondere alle esigenze dei consumatori e dell’ambiente ed essere sempre più competitive sul mercato. Un esempio concreto  “risveglio” d’interesse per l’agricoltura da parte di ragazzi e ragazze che non considerano più il settore come marginale.  Per tutta la giornata ha funzionato il “Mercato di Campagna Amica” che è stato apprezzato dai molti turisti presenti nella località silana.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •