X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

CATANZARO – Il settore dei trasporti e della viabilità rappresenta l’anello debole del turismo calabrese. Pochi collegamenti, prezzi elevati, strade in condizioni non ottimali. Per questo, l’annuncio dell’arrivo dei treni Frecciarossa (LEGGI) e Italo (LEGGI), giunto a poche ore di distanza uno dall’altro, ha scatenato diverse reazioni ed apprezzamenti. Non saranno convogli capaci di viaggiare con l’alta velocità come accade nelle altre zone del Paese, ma porteranno ulteriori collegamenti, valore aggiunto e un servizio più adeguato.

Quello che, però, resta poco chiaro è il costo da sostenere per raggiungere la Calabria. Per questo, partendo dai nuovi servizi, abbiamo provato a prenotare un viaggio tra Milano e Lamezia Terme prendendo in esame i prezzi dei nuovi servizi ferroviari e quelli delle compagnie aeree. Tre le ipotesi inserite per la prenotazione dei biglietti: un adulto con solo andata da Milano con destinazione Lamezia Terme nelle date del 20 luglio e del 6 agosto; quindi un pacchetto più complesso con una famiglia composta da padre, madre e un bambino di 11 anni con viaggio di andata l’1 agosto e di ritorno l’8 agosto. In piena stagione estiva, i risultati emersi sono tutt’altro che preventivabili.

Ovviamente sulle prenotazioni incidono promozioni delle singole compagnie ed orari di partenza, ma la prima sorpresa è legata al fatto che la differenza tra un biglietto aereo e una corsa con Frecciarossa o Italo non è eccessiva.

PARTENZA LUNEDI’ 20 LUGLIO

Per la prima ipotesi di un solo viaggiatore adulto, la migliore offerta è quella di Alitalia, grazie ad un abbinamento con un orario di partenza serale (volo alle 22 da Milano e arrivo a Lamezia alle 23,40), questo consente di spendere “solo” 47,98 euro. Un costo che può balzare fino a 99,07 euro per altri voli in fasce orarie diverse e più comode. Prezzo conveniente anche con Italo, che consente di viaggiare tra Lombardia e Calabria spendendo 62,90 euro e scegliendo su due corse giornaliere. Somma praticamente simile per un volo Ryanair che offre un solo diretto a 65,99 euro, mentre Easyjet si piazza a 77,99 euro. Il prezzo più alto è, invece, quello del Frecciarossa che propone il viaggio tra Milano e Lamezia a 96,90 euro, quasi il doppio rispetto all’offerta di Alitalia. Da sottolineare anche i tempi: poco più di otto ore per percorrere la tratta ferroviaria, un’ora e quaranta minuti circa per il volo diretto proposto dalle compagnie aeree. Per completezza, l’ipotesi di un viaggio in autobus con Flixbus varia da 42,98 a 72,98 euro.

IL VIAGGIO AD AGOSTO

Spostando la prenotazione nel mese di agosto, esattamente giovedì 6 e sempre solo andata, i prezzi subiscono una leggera variazione per alcune società. Costi immutati per Alitalia (47,98 euro per i voli serali e fino ad un massimo di 99,07 euro per altre fasce orarie), così come è invariata la proposta del Frecciarossa a 96,90 euro. Prenotazioni bloccate, invece, con Italo, che consente di inserire una data utile fino al 24 luglio, mentre per le compagnie aeree low coast cambia qualcosa. Ryanair offre il volo diretto a 53,99 euro, mentre sale il prezzo di Easyjeat fissato a 84,99. Leggero aumento per gli autobus, passando da un’offerta di 51,98 euro e fino a 77,98.

FAMIGLIA IN VACANZA AD AGOSTO

Il terzo ed ultimo caso rappresenta la proposta più completa: padre, madre e figlio di 11 anni, con viaggio di andata l’1 agosto e quello di ritorno l’8 agosto. Con queste impostazioni è Ryanair a dettare il prezzo più basso del mercato, anche in maniera sostanziale. La famiglia potrà, infatti, viaggiare in aereo da Milano a Lamezia e ritorno spendendo 342,99 euro. Per Alitalia le proposte, condizionate da orari di volo e dalla disponibilità dei posti, consente una fascia di prezzi compresa tra i 435,21 euro e i 497,29 euro. Il viaggio Frecciarossa per l’intera famiglia si attesta, invece, sui 483,60 euro. Per l’ipotesi autobus, i prezzi variano dai 263,88 euro a 376,88.

L’ANALISI

I collegamenti con Frecciarossa e Italo verso la Calabria hanno sicuramente aumentato l’offerta, senza incidere però in termini di costi per gli utenti. Mediamente, nel mese di agosto, una famiglia di tre persone spende quindi poco meno di 500 euro per raggiungere la Calabria dalla Lombardia e tornare a casa. Un costo eccessivo, come hanno più volte ribadito anche gli imprenditori turistici, considerato che le prenotazioni sono state effettuate in un periodo di grande incertezza, con un anticipo di oltre due mesi e senza conoscere ancora lo sviluppo delle restrizioni legate alla pandemia. Davanti ad una maggior offerta di servizi, manca pertanto una politica dei costi adeguati che rischia di isolare la Calabria rispetto a mete, soprattutto estere, che possono contare su pacchetti All Inclusive a prezzi ridotti, soprattutto in termini di collegamento.
Da rivedere le fermate dei due convogli ferroviari, come nel caso della stazione di Vibo-Pizzo saltata completamente nonostante il grosso flusso turistico della zona.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares