X
<
>

Jole Santelli

Tempo di lettura 3 Minuti

NUOVA ORDINANZA della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, che adegua la normazione regionale al nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministro del 7 agosto sulla gestione dell’emergenza Covid-19.

L’ordinanza, firmata dalla presidente nella giornata di ieri 8 agosto, mira a «garantire lo svolgimento delle attività Economiche e Produttive, la piena ripresa di tutte le attività sociali, sanitarie e ricreative, mantenendo, nel contempo, un livello di attenzione e precauzione elevati, in relazione alle attività consentite, adottando strategie preventive atte a scongiurare l’instaurarsi di potenziali contagi», ma anche a «prevedere la ripresa in presenza dei corsi di accompagnamento alla nascita, rispettando le misure di distanziamento interpersonale, di igiene e con l’uso dei dispositivi di protezione individuale, secondo gli indirizzi forniti dal competente Settore regionale», ed inoltre a «ribadire la necessità per tutti i cittadini, di mantenere comportamenti rispettosi dell’igiene, del distanziamento interpersonale con divieto di assembramenti e dell’uso di protezioni delle vie aeree, ogni qualvolta le indicazioni lo prevedano» e «rafforzare il coordinamento con l’Ufficio Scolastico Regionale per le attività di screening previste a livello nazionale e per il monitoraggio delle misure finalizzate alla ripresa delle attività scolastiche di ogni ordine e grado, in sicurezza».

Obbligo del censimento

Restano, comunque, fermi, «l’obbligo del censimento delle persone fisiche in entrata nel territorio regionale, il divieto di ingresso e spostamento nel territorio regionale alle persone sottoposte alla misura dell’isolamento domiciliare per provvedimento dell’Autorità Sanitaria, o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata, in quanto risultate positive» al Covid-19, «il divieto di spostamento, d’ingresso e il transito nel territorio regionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato nei Paesi» indicati dal governo».

Ancora vietati gli assembramenti, mantenuto l’obbligo della mascherina

Inoltre, «resta vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. È fatto obbligo del rispetto delle misure igieniche, delle norme sulla distanza interpersonale e dell’uso delle mascherine o altra protezione a copertura di naso e bocca, in tutti i luoghi chiusi e nei luoghi all’aperto nelle circostanze in cui la distanza interpersonale non possa essere rispettata. Possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. Sono esentati dall’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie, i bambini sotto i sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti»

La riorganizzazione dell’unità di crisi

L’ordinanza prevede, altresì, la riorganizzazione «regionale dell’Unità di Crisi, senza oneri aggiuntivi per l’Amministrazione Regionale, da approvarsi con successiva disposizione, finalizzata a rafforzare la governance dell’emergenza; rafforzare le azioni di controllo sul territorio per il puntuale rispetto delle misure anti COVID19 e l’adozione dei conseguenti provvedimenti nelle attività produttive, commerciali e nei luoghi di lavoro, nonché per il rispetto del divieto di assembramento, del distanziamento interpersonale e dell’uso delle mascherine o altra protezione a copertura di naso e bocca, in tutti i luoghi chiusi e all’aperto, nelle circostanze in cui la distanza interpersonale non possa essere rispettata» e «garantire il coordinamento con l’Ufficio Scolastico Regionale per le attività di screening previste a livello nazionale e per il monitoraggio delle misure finalizzate alla ripresa delle attività scolastiche di ogni ordine e grado, in sicurezza»

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares