Tempo di lettura < 1 minuto

BAGNARA CALABRA (REGGIO CALABRIA) – I carabinieri hanno notificato ad una donna di 61 anni di Bagnara Calabra, nota alle forze dell’ordine, un divieto di dimora nel territorio comunale per i reati di minaccia e atti persecutori.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura. La donna, secondo quanto emerso dalle indagini dei militari, avrebbe posto in essere nei confronti dei cittadini residenti nel Rione Arangiara di Bagnara Calabra, condotte reiterate, moleste e persecutorie. In particolare, la sessantunenne con assiduità e senza apparenti motivi, avrebbe proferito nei confronti dei suoi vicini di casa minacce ed insulti di vario tipo arrivando al punto di gettare avanzi di cibo in putrefazione, resti di animali morti, rifiuti organici umani e animali sulle loro proprietà, appiccando anche piccoli incendi di rifiuti in prossimità delle loro abitazioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •