X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

ROCCELLA JONICA (REGGIO CALABRIA) – Tre persone sono state arrestate per l’omicidio di Vincenzo Cordì, bruciato vivo nella sua auto lo scorso novembre. I carabinieri di Reggio Calabria, dalle prime ore di questa mattina, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Locri, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa da gip di Locri nei confronti di tre persone, la moglie, il suo amante e il figlio della donna, ritenute responsabili, in concorso tra loro, dell’omicidio dell’uomo.

GUARDA IL VIDEO

Le indagini dei carabinieri di Roccella Jonica, partite dal ritrovamento del cadavere nella Locride a cavallo tra il 12 e il 13 novembre hanno consentito di far luce su uno dei più efferati omicidi degli ultimi tempi: l’uomo è stato bruciato in auto ancora vivo. Le indagini svolte dai militari hanno fatto piena luce anche sul movente, inquadrato nell’ambito familiare.

In manette sono finiti: Susanna Brescia, 43 anni, moglie del Cordì, disoccupata, già nota alle forze dell’ordine; Francesco Sfara, 22 anni, figlio della donna nato da un precedente matrimonio, disoccupato e anch’egli già noto alle forze dell’ordine; Giuseppe Menniti, 41 anni, operaio già noto alle forze dell’ordine e legato alla donna da una relazione sentimentale.

GUARDA L’INTERVISTA AL COMANDANTE DEI CARABINIERI DI ROCCELLA JONICA

Le indagini hanno consentito di accertare che, nella tarda serata dell’11 novembre 2019 Susanna Brescia, con l’inganno, ha prima condotto Cordì in località Scialata, nel comune di San Giovanni di Gerace e, successivamente, con il concorso di Sfara e Menniti lo ha tramortito, cosparso di benzina e gli ha dato fuoco all’interno della sua autovettura Fiat 16.

La donna, per depistare le indagini, ha tentato di far credere agli inquirenti che il compagno si fosse suicidato a causa del periodo di depressione che stava attraversando.

Alle 17, il procuratore di Locri, Luigi D’Alessio, terrà una conferenza stampa presso il Gruppo Carabinieri di Locri dove illustrerà tutte le operazioni che hanno permesso di scoprire gli autori dell’omicidio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares