Un arresto dei carabinieri

Tempo di lettura < 1 minuto

MARINA DI GIOIOSA JONICA (REGGIO CALABRIA) – I carabinieri hanno arrestato a Marina di Gioiosa Jonica Salvatore Commisso, di 76 anni, per associazione di tipo mafioso. L’arresto di Commisso, che è stato portato in carcere dove dovrà scontare una pena residua di un anno, è stato fatto in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria.

La condanna di Commisso è relativa all’operazione “Falsa Politica” le cui indagini hanno consentito di accertare la sua appartenenza alla “locale” di ‘ndrangheta di Marina di Gioiosa Jonica e al di fuori dai confini nazionali in Canada, nella città di Toronto, con la carica di “mastro di giornata” e con la dote di “quartino”.

L’uomo, secondo quanto accertato, avrebbe contribuito a dirigere e coordinare il sodalizio prendendo le decisioni più rilevanti, impartendo ruoli e disposizioni agli altri associati, partecipando ai riti di affiliazione e di conferimento di “doti”. Inoltre, lo stesso, avrebbe curato i rapporti con Giuseppe Commisso di Siderno detto “il mastro”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA