X

Tempo di lettura < 1 minuto

STIGNANO (REGGIO CALABRIA) – Lo hanno sorpreso proprio mentre tentava di appiccare il fuoco e così un allevatore, Francesco Antonio Giorgi, di 52 anni, di San Luca, è stato arrestato in flagranza e posto ai domiciliari dai carabinieri con l’accusa di incendio boschivo.

Secondo quanto ricostruito Giorgi, con precedenti per reati in materia di armi e contro il patrimonio, è stato sorpreso dai militari nel corso di un servizio mentre si allontanava a bordo di un’auto, assieme ad un’altra vettura, da una contrada del comune di Stignano da dove proveniva del fumo. Dopo un breve inseguimento i carabinieri hanno raggiunto le due auto apprendendo dalla conducente di una vetture che l’altro conducente aveva appiccato un incendio. A seguito di una perquisizione personale e veicolare a Giorgi sono stati trovati quattro accendini. Contemporaneamente sul luogo dell’incendio è intervenuta una squadra antincendio di Calabria Verde. Le fiamme, appiccate come ha raccontato lo stesso allevatore per fare germogliare erba fresca per il pascolo, hanno interessato un terreno demaniale nelle vicinanze della ferrovia e di un’abitazione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares