X
<
>

Il bunker scoperto a Platì

Tempo di lettura < 1 minuto

PLATÍ (REGGIO CALABRIA) – Un bunker è stato scoperto dai Carabinieri a Platì ma contrariamente al solito non era usato come ricovero per i latitanti bensì come “location” per coltivare canapa indiana.

La scoperta è stata fatta dai carabinieri del posto, da quelli della compagnia di Locri e dai “Cacciatori”. Nel corso di un servizio di controllo, i militari hanno perquisito un casolare di proprietà di un 40enne trovando nella cantina un bunker di circa 25 metri quadrati. L’interno, come detto, stavolta anziché dare ospitalità a qualche latitante della ‘ndrangheta è stato adibito a serra per la coltivazione di canapa indiana.

Dentro il bunker, infatti, i militari hanno rinvenuto 10 piante di canapa indiana, alcune delle quali già alte un metro e mezzo, 3 lampade alogene, 64 vasi di plastica, 3 trasformatori di corrente, 2 impianti di ventilazione e un temporizzatore. Il materiale è stato sequestrato. Il titolare del locale, invece, è stato denunciato per abusivismo edilizio, furto di energia elettrica e coltivazione e produzione illecite di sostanze stupefacenti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares