X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Installata a Reggio Calabria una panchina rossa dedicata a Maria Antonietta Rositani, la donna che l’ex marito, Ciro Russo, ha tentato di uccidere dandole fuoco. La panchina sorge all’interno del Centro sportivo “Pellicone”, a ridosso del luogo in cui, nel marzo del 2019, si consumò il tentato omicidio.

«Quella della Fortitudo 1903 e del Centro sportivo Pellicone – ha sostenuto l’assessora comunale allo Sport Giuggi Palmenta, intervenuta alla cerimonia – è un’iniziativa bellissima. L’evento assume un’importanza ancora più profonda perché si inserisce e contestualizza all’interno di uno spazio frequentato, quotidianamente, da giovani e giovanissimi. Ha, dunque, un altissimo valore educativo e sociale che si accompagna al simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Ringrazio il presidente Riccardo Partinico, Irene Pignata, presidente del Panathlon di Reggio Calabria, ed Antonio Laganà, presidente Unasci, per la sensibilità dimostrata nello sposare una battaglia fondamentale per l’affermazione dei diritti ed il contrasto alla prevaricazione».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA