La sede dei carabinieri di Locri

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Ci hanno messo poche ore i Carabinieri delle Compagnie di Bianco e Locri ad individuare ed arrestare per omissione di soccorso e omicidio stradale aggravato, un 28enne di San Luca.

Il giovane, poco prima delle 14, si è reso protagonista di un incidente stradale sulla 106, all’altezza di contrada Palazzi di Casignana che ha causato la morte di un 15enne, Alessandro Luppino (LEGGI LA NOTIZIA).

Il 28enne, inizialmente datosi alla fuga, è stato sin da subito ricercato dai Carabinieri del Gruppo di Locri, mentre una volante della Polizia Stradale si è occupata dei rilievi dell’incidente.

Dopo qualche ora, il conducente, accompagnato dal suo legale, si è consegnato spontaneamente presso la caserma dei Carabinieri di Locri, dove è stato interrogato dal Pubblico Ministero della Procura. Il ragazzo, al termine dell’interrogatorio, è stato arrestato. Dovrà ora rispondere del reato di omicidio stradale aggravato e omissione di soccorso.

L’incidente odierno è solo l’ultimo di una lunga serie sulla SS 106, che si conferma vera e propria “strada della morte”. I militari dell’Arma, che stanno continuando a sensibilizzare gli utenti della strada, a cominciare dalle scuole, ad una condotta sicura alla guida, si uniscono al dolore dei familiari della vittima e raccomandano il rispetto delle norme che regolano il codice della strada, soprattutto dai limiti di velocità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •