X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

GIFFONE (REGGIO CALABRIA) – Ha sparato diversi colpi di pistola contro l’auto dello zio con il quale da tempo erano incorsi dissidi di natura familiare. Francesco Valente, di 24 anni, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri a Giffone con l’accusa di danneggiamento aggravato, porto illegale di armi ed esplosioni pericolose.

I fatti si riferiscono allo scorso mese di marzo quando il ventiquattrenne, durante una notte, avrebbe esploso diversi colpi di pistola contro l’auto del parente parcheggiata in una via del paese. A seguito di quell’episodio i carabinieri hanno avviato le indagini, anche tecniche, che attraverso comparazioni di videoregistrazioni e intercettazioni hanno portato all’identificazione del presunto autore del gesto intimidatorio.

Sulla base degli elementi raccolti dai militari, coordinati dal sostituto procuratore di Palmi Giorgio Panucci, si è giunti a indicare Valente quale autore dell’azione maturata nel contesto di vicende familiari che si trascinavano da tempo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares