X
<
>

L'intervento dei vigili del fuoco per un incendio

Tempo di lettura < 1 minuto

SIDERNO (REGGIO CALABRIA) – Un piromane di 55 anni, L.M., è stato arrestato dai Carabinieri di Siderno, in provincia di Reggio Calabria, che hanno eseguito un’ordinanza del gip di Locri che ha disposto gli arresti domiciliari per l’uomo, accusato di incendio e combustione illecita di rifiuti aggravati da recidiva.

Le indagini dei militari dell’Arma, grazie anche alle immagini dei sistemi di videosorveglianza, hanno ricostruito le responsabilità dell’uomo, pregiudicato anche per reati specifici, quale autore di una serie di incendi di rifiuti o dei mastelli della raccolta differenziata presenti in strada, avvenuti nelle ultime settimane.

In un caso l’intervento dei vigili del fuoco ha scongiurato un grave pericolo poiché il fuoco aveva danneggiato parte di una condotta di gas metano ubicata sulla facciata di un condominio.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine anche per reati specifici, ha causato, secondo quanto riferiscono i carabinieri, gravi situazioni di pericolo per la pubblica incolumità e quella degli inquilini delle abitazioni adiacenti ai luoghi dei roghi.

Gli incendi infatti, in alcuni casi, hanno addirittura danneggiato parte di una condotta di gas metano, ubicata sulla facciata di un condominio, generando una situazione di assoluto pericolo, scongiurato poi dal tempestivo intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco.

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares