X
<
>

Il lungomare di Reggio Calabria doppio senso di circolazione

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Sarà stato il timore di ritrovarsi in un mega ingorgo stradale o sarà invece che la sinergia tra i vari settori dell’amministrazione sta cominciando a offrire i suoi primi frutti ed a rodare “la macchina” dell’area pedonale istituita lungo corso Matteotti, sarà stata forse anche l’apertura della via marina bassa ad un doppio senso di circolazione, sarà quel che sarà ma ieri la situazione della viabilità nell’arteria cittadina per eccellenza è tornata pressoché alla normalità. 

Una normalità che si è celebrata proprio a partire da ieri mattina con l’istituzione del doppio senso di circolazione sulla via marina bassa con l’obiettivo di decongestionare il traffico che nei giorni scorsi, subito dopo la pedonalizzazione di larga parte del corso Matteotti (la cosiddetta via Marina bassa), ha visto prendere d’assalto le vie superiori del centro come via Torrione, via Possidonea, via Aschenez e via Demetrio Tripepi, intasandole e mandando in tilt la circolazione stradale.

Ieri finalmente si è concretizzato il doppio senso di circolazione sulla via marina bassa con l’obiettivo dichiarato dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Falcomatà di risolvere i disagi della viabilità provocati dalla scelta di istituire un’isola pedonale.

Se è stata questa la reale soluzione alla viabilità impazzita lo scopriremo nei prossimi giorni. Intanto le foto che vedete scattate in questa pagina sono state realizzate in orari di punta tra le 18 e le 18 e 30.

A piacere sia esteticamente, sia come mezzo di smistamento del traffico, anche quella sorta di rotatoria posta alla fine del lungomare in un punto in cui le auto invertivano il senso di circolazione in assenza di segnaletica.

Adesso la segnaletica c’è e la rotazione veicolare la si esegue a ridosso del cerchio di cemento.  Insomma le grandi critiche piovute addosso all’amministrazione comunale in questi ultimi giorni dopo la pedonalizzazione di corso Matteotti, a parte ovviamente i picchi di inutile e vergognoso veleno social, sembrano avere sortito i loro effetti.

Anche perché per andare incontro ai cittadini che si sono visti off limits (e l’idea piaceva a tutti) la via marina, senza però altre possibilità di defluizione del traffico, si stanno allestendo soluzioni di rinforzo dei mezzi pubblici con navette sia dal lato nord che dal lato sud tra ponte della libertà e botteghelle (che hanno nei pressi larghi spiazzali per lasciare i veicoli).

L’Atam, su richiesta dell’amministrazione comunale, consentirà l’utilizzo gratuito delle corse dedicate al lungomare sia durante il giorno che durante la sera (dove in particolare per gli amanti della movida sono previste corse dalle ore 20 all’una e trenta di notte ogni trenta minuti). La concertazione e la sinergia tra settori cominciano a fare vedere i primi frutti. Speriamo stabili e duraturi visto anche il contestuale avvio dell’Estate reggina.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA