X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Taurianova è il primo comune calabrese con un sindaco della Lega, un primato che “mi inorgoglisce – dice al Giornale Rocco Biasi – la mia gente ha capito il nostro messaggio e non era facile sa? Qui da noi hanno fatto campagna contro Salvini. Ma alla fine gli elettori hanno votato la persona”.

Già sindaco per Forza Italia a cavallo fra gli anni ’90 e il 2000, Biasi afferma di “credere ancora alla rivoluzione liberale che ci ha indicato Berlusconi. Solo che il messaggio del centrodestra ha perso negli anni di chiarezza. E Salvini è riuscito proprio in questo: ha ridato chiarezza a un messaggio che gli elettori di centrodestra volevano efficace e semplice”. Alla festa per la sua elezione ha partecipato anche Matteo Salvini (LEGGI).

Gli argomenti, spiega Biasi, sono quelli della ”famiglia tradizionale e dell’immigrazione clandestina. Temi che non da tutto il centrodestra vengono affrontati con chiarezza. La gente che si riconosce nei valori della destra vuole che sia difesa la famiglia tradizionale. Punto e basta. E non vuole che il nostro Paese diventi un campo profughi. Ecco: messaggi semplici e diretti”.

“Ho vinto – aggiunge – perché ho promesso il risanamento della macchina amministrativa e l’efficienza nei servizi essenziali. I dirigenti leghisti che da tempo frequento mi hanno insegnato che prima di tutto ci vuole rigore. Noi qui al Sud siamo troppo inclini alla flessibilità. E invece anche nelle cose apparentemente di poca importanza ci vuole rigore. Le faccio un esempio: una riunione deve iniziare alle 17? Bene i ritardi anche minimi non sono ammessi. È educazione ma anche rigore e rispetto delle regole”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares