X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – ANCHE il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha sospeso l’ordinanza regionale emanata nella tarda notte di mercoledì dal Presidente della Regione, Jole Santelli e che prevedeva, tra l’altro, la parziale riapertura di bar, ristoranti e pizzerie a partire da stamane.

La sua posizione è stata annunciata in un video lanciato dalla pagina facebook del primo cittadino.

«Reggio – ha detto – conferma il rispetto del Dpcm Conte. Non pensavo di doverlo fare ma dopo quanto è successo era importante riportare la calma e la tranquillità. L’ordinanza della Santelli – ha aggiunto – è illegittima e illogica, tutti vogliamo che la Calabria riparta ma nel rispetto delle regole, delle leggi e della salute dei cittadini».

Per questi motivi il sindaco Giuseppe Falcomatà ha emanato rispettivamente due ordinanze, la 43 e la 44. Con la 43 revoca tutte quelle restrizioni attuate per tutta la città venendo incontro a quanto prevede, a partire dal 4 maggio, la cosiddetta fase 2 disposta dall’ultimo Dpcm mentre con l’ordinanza 44 rigetta l’ordinanza regionale e impone che rimangono ferme ed applicabili esclusivamente le misure adottate dal Governo con il D.P.C.M. del 10 aprile 2020 fino alla data del 3 maggio 2020 e con il D.P.C.M. del 26 aprile 2020 a partire dalla data del 4 maggio 2020

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares