X
<
>

Michelangelo Frammartino insieme agli speleologi a Venezia

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – Una decina di minuti di applausi e molta commozione: successo poco fa in Sala Grande per la proiezione ufficiale del Buco di Michelangelo Frammartino, secondo dei cinque italiani in gara per il Leone d’oro.

LEGGI L’INTERVISTA A FRAMMARTINO

Hanno assistito al film due dei veterani che nel 1961 calandosi nell’Abisso del Bifurto in Calabria a 700 metri sottoterra scoprirono l’allora seconda grotta più grande del mondo: Beppe De Matteis, 86 anni, e Giulio Gècchele, 84, che nel 1961 fecero l’impresa si sono commossi alle lacrime.

Applausi a più riprese interrotti dallo stesso regista per timidezza.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA