X
<
>

Galluzzo con il presidente della Cinquefrondese, Bellocco

Tempo di lettura 3 Minuti

Salite e discese. Applausi, vittorie e ripartenze. Su e giù per Giorgio Galluzzo, portiere di Polistena, classe 1998, che sembrava destinato a bruciare le tappe e che adesso ripartirà dal campionato di Promozione, con la maglia della Cinquefrondese. Per lui una nuova avventura praticamente dal basso, dopo essere stato al centro del mercato, in particolare dopo le belle stagioni vissute a Cittanova e a Locri, con tanto di record che sarà veramente difficile da battere.

Un giovane da scoprire

Giocava nell’Aspi Padre Monti, società di puro settore giovanile di Polistena. Natino Varrà, attuale braccio destro del direttore sportivo del Benevento, Pasquale Foggia, stava per terminare la carriera da calciatore. E allora, iniziando a svolgere il ruolo di direttore sportivo, ne caldeggiò l’acquisto alla Cittanovese, affidandolo poi alle preziose cure di Raffaele Giacobbe, il mitico “giaguaro”. Da qui il debutto in Eccellenza, due campionati a Cittanova, con 52 presenze, e il ripescaggio in Serie D, ma Galluzzo rinvia di un anno il salto in quarta serie.

Il record di imbattibilità in Eccellenza.

Il ds Varrà costruisce una squadra, a Locri, per salire di categoria e in quella formazione che vince tutto, presieduta da Antonella Modafferi e allenata da Umberto Scorrano, fra i pali c’è proprio Giorgio Galluzzo. Davanti a lui elementi del calibro di Coluccio, Dascoli, Varricchio. Ed è proprio nella stagione 2017/18 che crolla il record di imbattibilità del torneo di Eccellenza, che resisteva dal 1998, quando la Jonica Siderno e il portiere Guglielmo Telli non subirono reti per 795 minuti.

Giorgio Galluzzo come Dino Zoff

Con la maglia della Nazionale, il mito del calcio Dino Zoff rimase imbattuto per 903 minuti. Difendendo la porta del Locri, Giorgio Galluzzo arriva a 901 minuti senza subire gol, stabilendo così il nuovo record del campionato di Eccellenza calabrese. Tre mesi con la porta inviolata. Un primato abbattuto a distanza di ben 20 anni, per la gioia di tutti, compreso il preparatore dei portieri amaranto Piero Martelli, che lo aiuta in questo suo nuovo percorso di crescita.

Salite, discese e nuove scelte

Il salto in Serie D stavolta arriva per davvero, anche se con un’altra casacca, Giorgio Galluzzo, scenderà in campo nella quarta serie nazionale. L’anno successivo, infatti, passa al Castrovillari, sempre voluto dal ds Varrà. Con i rossoneri 20 presenze, con la squadra che si piazza ad un ottimo e inatteso 5° posto. Da qui un’altra scalata verso l’alto: lo acquista la Casertana, in Serie C, ma la stagione è da dimenticare perché non viene mai schierato in campo. E allora compie una scelta che spiazza tutti: passa al calcio a 5 per giocare con il Polistena. Adesso ecco il ritorno nel calcio a undici e la ripartenza dalla Promozione: l’estremo difensore di Polistena ha accettato la proposta della Cinquefrondese. Ripescata dalla Prima categoria, la compagine del presidente Bellocco, ancora affidata a Peppe Perna, ha fatto il colpo chiamando Giorgio Galluzzo, il quale verrà affidato alle cure del preparatore dei portieri Alfredo Tedesco. Il portiere dei record torna a giocare nei Dilettanti e riparte dalla Promozione.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA