X
<
>

L'esultanza finale del Cittanova dopo la vittoria sulla Sancataldese (foto Guerrisi)

Tempo di lettura 2 Minuti

Due partite sfortunate, con 0 punti e altrettanti gol all’attivo. Una gara di riposo forzato per via del covid. Due partite nelle quali scatenare tutta la propria rabbia. Si può riassumere così questa fase iniziale di campionato per il Cittanova, capace di realizzare ben 9 reti negli ultimi 180 minuti nel torneo di Serie D, girone I.

Fc Messina prima e Sancataldese dopo sono stati letteralmente asfaltati dai gialloblù di mister Di Gaetano. Sicuramente si tratta di due avversari partiti con qualche difficoltà. Non a caso la squadra messinese ha cambiato allenatore (mentre la Sancataldese, ancora a 0 punti, ha ribadito la fiducia al proprio tecnico). Fatto sta che il Cittanova, veramente sfortunato in occasione delle prime due gare, perdute per 0-1 contro Acireale e Città di S.Agata, si è letteralmente scatenato.

Dapprima è arrivata la goleada del San Filippo di Messina (4-0), quindi ecco la scorpacciata di reti con la Sancataldese (5-0) con il nuovo centravanti Bonanno a fare la parte del leone con 4 marcature, che lo collocano così in cima alla classifica dei goleador. Cittanova in salute, allora, andato a segno anche con De Marco (due volte), con lo svedese Bukva, classe 1998, e con i giovani Gaudio (2002) e Olivato (2001), alla prima gioia in Serie D.

Adesso bisogna insistere per risalire ancora la classifica. Domenica, in casa del Rende, altra formazione in difficoltà (1 punto in cinque gare), ma dalla classifica bugiarda, occorre confermare questa prolificità. E con un Bonanno in queste condizioni, tutto viene sicuramente più facile.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA