X
<
>

Capo Colonna

Tempo di lettura 2 Minuti

La Calabria, con il suo vasto patrimonio storico, archeologico, artistico e monumentale, sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, fondata e diretta dal dottor Ugo Picarelli, in programma dal 25 al 28 novembre 2021 a Paestum (SA).

Presso l’immenso Salone Espositivo del Tabacchificio “Capasso”, all’interno di un apposito stand, saranno disponibili pubblicazioni e materiale informativo, contenuti multimediali proiettati su supporti digitali e organizzati seminari scientifici riguardanti la Calabria.

La Regione sarà, quindi, una tra i tanti espositori che parteciperà all’evento internazionale volto a promuovere il patrimonio culturale e le destinazioni turistiche-archeologiche che vedrà la partecipazione di 150 espositori tra Istituzioni, Paesi Esteri, Regioni, Province, Comuni, Camere di Commercio, Aziende di Promozione Turistica, Soprintendenze, Parchi Archeologici, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Culturali e Professionali, Consorzi e Imprese Turistiche, Società di Servizi e Case Editrici, 100 tra conferenze e incontri e 400 tra moderatori e relatori.

A rappresentare la Regione Calabria, per le rispettive competenze, saranno l’Assessore al Turismo, Fausto Orsomarso, il Segretario Regionale del Ministero della cultura, Salvatore Patamia, il Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per Cosenza, Città Metropolitana di Reggio Calabria e provincia di Vibo Valentia, Fabrizio Sudano, l’Archeologa e Docente di Archeologia Classica Università della Calabria, Stefania Mancuso, l’Archeologa e Direttrice del Polo Museale di Soriano Calabro, Mariangela Preta, il Direttore del Parco Archeologico di Sibari e a interim Direttore Regionale Musei della Calabria MiC, Filippo Demma. Nel corso della kermesse sono previsti, tra gli altri, gli interventi del Ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, di Lucia Borgonzoni, sottosegretario alla Cultura, e di Dalila Nesci, sottosegretario per il Sud.

La Calabria sarà protagonista in tre eventi:

Giovedì 25 novembre, alle ore 16.30, nella sessione “Archeoincontri” con il tema della “Ripresa della ricerca per nuove forme di valorizzazione in Calabria” a cui parteciperanno il Segretario Patamia, il Soprintendente Sudano, la Docente Unical Mancuso, il Direttore Demma e l’Archeologa Preta.

Venerdì 26 novembre, a partire dalle 14,00, in occasione della Conferenza Mediterranea sul Turismo Archeologico Subacqueo, nel corso della quale sarà presentata ufficialmente la candidatura di certificazione di un Itinerario Culturale Europeo “Mediterranean Underwater Cultural Heritage” (una rete che collegherà Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Egitto, Grecia, Israele e Turchia attraverso i siti di Capo Rizzuto, Baia Sommersa/Parco Sommerso di Gaiola Tremiti, Ustica-Egadi-Pantelleria, Alessandria d’Egitto, di Pavlopetri/Peristera, di Caesarea Maritima, Kızlan), che rappresenta una risorsa chiave per il turismo responsabile e lo sviluppo sostenibile”. Interverranno tra gli altri, Fabio Bruno, Associato del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale Università della Calabria “Progetto BlueMed per la valorizzazione e fruizione del patrimonio sommerso, e l’assessore Orsomarso, mentre le conclusioni saranno affidate al sottosegretario Nesci e al ministro Franceschini.

Sabato 27 novembre, alle ore 15,00, infine, con l’evento dal titolo “Modelli di gestione tra pubblico e privato per una migliore fruibilità del patrimonio archeologico in Calabria e Sicilia”, che vedrà gli interventi dell’Assessore Orsomarso, del Soprintendente Sudano e dell’Archeologa Preta, e le conclusioni del Sottosegretario Borgonzoni.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA