Tempo di lettura 3 Minuti

La squadra di Roselli si impone per 3-0 grazie alla doppietta di Caccetta e alla rete di Gambino. Tutti i gol nel secondo tempo

CATANZARO – Dopo 66 anni il Cosenza riesce a espugnare il Ceravolo e fa suo il derby con il Catanzaro. Meglio non poteva iniziare la stagione della squadra rossoblù di Roselli che vincendo per 3-0 fa il pieno di punti e di entusiasmo, regalando una gioia indimenticabile ai propri tifosi, cinquecento dei quali erano presenti allo stadio. Eroe del match Cristian Caccetta, autore di due gol.

Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime del terremoto che ha devastato il centro Italia. Le emozioni nella prima fase della partita arrivano solo nel finale e sono tutte di marca rossoblù. Al 43′ un colpo di testa di Gambino su punizione di Pinna finisce fuori di pochissimo. Un minuto più tardi, cross di Pinna, respinta di Grandi sui piedi di Caccetta, la conclusione del centrocampista del Cosenza è respinta dal portiere e sul successivo tiro di D’Anna a porta vuota è provvidenziale la deviazione di un difensore giallorosso. Il Cosenza conclude in attacco e Gambino sul conseguente corner di testa sfiora la traversa.

A inizio ripresa è Statella a impensierire Grandi ma è al 6′ che la partita di sblocca: calcio d’angolo da destra e il colpo di testa di Caccetta supera il portiere del Catanzaro. Il raddoppio non tarda ad arrivare: all’11’ calcio d’angolo di Mungo, esce a vuoto il portiere Grandi ed è Gambino che ancora di testa firma il 2-0. Il Catanzaro prova a reagire ma riesce a produrre solo un tiro debole da lontano che non impensierisce Perina. Il Cosenza chiude definitivamente i giochi al 21′: calcio di punizione di Cavallaro dalla destra e di nuovo di testa, Caccetta, esalta i tifosi ospiti. Il Catanzaro cerca comunque la via della rete ma Perina al 39′ dice no a un gran tiro dal limite dell’area di Giovinco.

Questo il tabellino della partita:

CATANZARO (3-5-2): Grandi; Joao Francisco, Prestia, Di Bari; Esposito, Roselli, Baccolo (19′ st Cunzi), Van Ransbeek (12′ st Icardi), Sabato (27′ st Pasqualoni); Giovinco, Sarao. In panchina: Leone, Tavares, Moccia, Campagna, Basrak, De Lucia. Allenatore: Spader.

COSENZA (4-4-2): Perina, Corsi (45′ st Madrigali), Tedeschi, Blondett, Pinna; D’Anna (31′ st Capece), Criaco, Caccetta, Statella; Gambino, Mungo (20′ st Cavallaro). In panchina: Saracco, Meroni, Appiah, Bilotta, Collocolo, Ranieri. Allenatore: Roselli.

ARBITRO: Ranaldi di Tivoli.

MARCATORI: 6′ st Caccetta, 11′ st Gambino, 21′ st Caccetta.

NOTE: spettatori circa 6mila con circa 500 tifosi ospiti. Ammoniti Giovinco e Statella. Recupero 1′ pt, 6′ st.

Nella stessa giornata di campionato, la Reggina è stata battuta 3-1 dal Fondi e la Vibonese ha pareggiato con l’Akragas 1-1 (LEGGI)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •