Tempo di lettura < 1 minuto

TROPEA (Vibo Valentia) – Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha dissequestrato i beni di Ottorino Ciccarelli, 30 anni, di Tropea, in provincia di Vibo Valentia, indagato a piede libero nell’operazione antimafia della Dda di Catanzaro denominata “Black money”, scattata il 7 marzo scorso. In particolare, il dissequestro interessa lo “Shador Lounge bar” situato nella centralissima piazza Vittorio Veneto di Tropea.;

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI
NEL FASCICOLO IN AGGIORNAMENTO DINAMICO
SULL’OPERAZIONE BLACK MONEY

Secondo l’accusa, Agostino Papaianni di Joppolo, in provincia di Vibo, uno dei principali indagati dell’inchiesta ed attualmente detenuto, avrebbe fittiziamente attribuito a Ottorino Ciccarelli la titolarità  dell’omonima ditta individuale gestrice del bar al fine di eludere le disposizioni di legge che consentono il sequestro e la confisca dei beni. Il Tribunale del Riesame, tuttavia, in accoglimento di un’istanza dell’avvocato Antonio Porcelli non ha ritenuto la sussistenza di elementi tali da giustificare il sequestro dell’attività  economica.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •