X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

TROPEA (VV) – La spiaggia di Santa Maria dell’Isola è tra le dieci spiagge più belle d’Italia. Lo dice la classifica redatta dal sito Skyscanner, specializzato in viaggi, che colloca la spiaggia calabrese al sesto posto. E non solo la spiaggia, ma tutta la città è amata e apprezzata da chiunque l’attraversi. In effetti, anche se vi sosta per poco tempo, rimane indiscutibilmente affascinato dalle sue straordinarie bellezze. In molti, sin dai tempi più lontani, ne hanno descritto le fattezze cantandola in mille maniere. Attraverso la poesia, come nei versi del venerabile don Francesco Mottola, attraverso l’arte pittorica lasciando sulle tele i colori e le immagini che sono diventate storia, storia di una terra e del suo popolo, come in quelle del maestro Lorenzo Albino, o in mille altre maniere, perché la città emana un fascino particolare che colpisce tutti gli animi. E chissà perché. Intanto è quella luce che il sole le regala sempre, poi è la sua posizione. 

Abbarbicata su di una rupe a circa 60 metri d’altezza, la città domina il mare che si apre in tutta la sua immensità. E lì, sulla rupe, i suoi palazzi antichi si susseguono tra le piccole vie presentandosi al viaggiatore con tutta la loro sontuosità già visibile nei portali, libri aperti di arte e cultura. Le sue piazze. Da piazza Vittorio Veneto dove domina al centro il monumento ai caduti, a piazza Ercole dove insiste il monumento al filosofo Pasquale Galluppi e la sede settecentesca dell’Antico Sedile, un tempo Sedile dei Nobili, con il suo antico orologio che domina dall’alto. E poi piazza del Cannone, che lascia alla vista lo straordinario spettacolo del mare sconfinato. Largo Galluppi, con i suoi alberi che sfilano al centro, e i suoi palazzi intorno, tanti altri ancora, piccoli slarghi che custodiscono storia e poesia. 

Di grande fascino è il suo corso principale, corso Vittorio Emanuele, che iniziando dalla porta del mare, corre giù verso l’affaccio tra case e palazzi che non nascondono antiche nobiltà sparite, con tante botteghe di artigianato, bar, e negozietti vari. E dall’affaccio, oltre alla vista della spiaggia e del mare, si presentano agli occhi con tutta la loro bellezza, lo scoglio di S. Leonardo sulla destra, e a sinistra l’Isola bella che è l’emblema della città. Straordinario miracolo della natura, questa, che da anni attira l’attenzione di tutti, artisti e non, e che con il suo santuario di Santa Maria sulla cima pare stia di fronte alla rupe per proteggerla e benedirla. E poi la sua spiaggia, con la sua bianca sabbia e con gli stabilimenti attrezzati, è stata ampiamente apprezzata dai tanti visitatori, tanto da essersi classificata tra le prime dieci spiagge più belle dell’Italia. Al sesto posto, la sua spiaggia è considerata simile ad un angolo di paradiso anche per il suo mare limpido e azzurro. Tropea è ancora e sempre la capitale delle vacanze perché su di essa fa perno tutto il turismo calabrese.

INVIA LE FOTO DELLA TUA SPIAGGIA CALABRESE PREFERITA ALL’INDIRIZZO MAIL: ILQUOTIDIANO.ESTATE@FINEDIT.COM

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares