Un precedente sbarco di migranti a Vibo

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Un barcone con 720 migranti è stato raggiunto questa mattina al largo della Libia, a Nord Ovest di Tripoli, dalla Aquarius, nave di Sos Mediterranee che opera in partenariato con Medici senza frontiere. Si tratta di 529 uomini e 191 donne (di cui 118 viaggiano da sole e 10 sono incinte), 198 minorenni, 178 i non accompagnati, 9 sono bambini sotto i 5 anni. Lo sbarco è previsto mercoledì mattina presto al porto di Vibo Valentia.

I migranti provengono in larghissima parte (683) dall’Eritrea, ma anche dalla Somalia, Etiopia, Chad, Palestina, Egitto, Nord e Sud Sudan. L’operazione di salvataggio è cominciata col buio, alle 5 del mattino, e si è conclusa intorno alle 11,30. I migranti, soccorsi dal Sar team di Sos Mediterranee con il supporto di Seawatch2 e del Proactive open arms Sar Team della nave Astral, sono stati tutti trasferiti a bordo della nave Aquarius.

I soccorsi sono avvenuti nel giorno in cui sono stati recuperati in mare nove cadaveri di migranti. Nella sola giornata di lunedì i soccorritori hanno tratto in salvo quasi seimila persone nel Canale di Sicilia.

Con il miglioramento delle condizioni meteo, nel Canale di Sicilia è stata registrata una nuova ondata di traversate dalle coste libiche verso l’Europa. Una ventina fra gommoni e barconi soccorsi nella giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione proclamata nella data del tragico naufragio di tre anni fa con 368 vittime ricordato come “La strage di Lampedusa”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •