L'ordigno rinvenuto a Maierato

Tempo di lettura 2 Minuti

MAIERATO (VIBO VALENTIA) – Un ordigno bellico di fabbricazione inglese, residuo della seconda guerra mondiale è stato rinvenuto nel comune di Maierato nei pressi dell’area che circonda l’ex strada statale 110.  

Per questo motivo, il prefetto di Vibo Valentia insieme alla provincia e ai comuni di Maierato e Monterosso Calabro ha deciso di delimitare la zona e chiudere il tratto stradale che collega i centri abitati dei due comuni al bivio Angitola.

Area interessata ordigno Maierato

 

La decisione è stata presa nella tarda serata di martedì, dopo i sopralluoghi ai quali hanno preso parte anche i vigili del fuoco e gli artificieri. L’ordigno è riaffiorato solamente dopo che una frana è scesa a valle dopo le piogge e al suo interno, si trovano 66 chilogrammi di polvere. Secondo quanto riferito dagli specialisti l’esplosione potrebbe colpire un raggio di 500 metri con la deflagrazione che potrebbe arrivare fino a 1200 metri, per questo tutta l’area è stata messa in sicurezza la strada chiusa al transito.

Nei pressi del luogo dov’è stato rinvenuto l’ordigno bellico, si trovano anche diverse aziende che hanno dovuto interrompere il loro lavoro fino a domenica, al termine delle 144 ore fissate dagli artificieri per fare brillare il residuato della Seconda guerra mondiale. Tra queste anche la Callipo conserve e aziende agricole.

Così i centri di Monterosso Calabro e Capistrano, per raggiungere il raccordo autostradale dovranno per forza di cose transitare per Maierato e raggiungere Sant’Onofrio. Stesso discorso per chi vorrà raggiungere Vibo Valentia o la stazione ferroviaria di Vibo-Pizzo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •