X

Il pagamento di una pensione

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Stabilmente residente in Argentina, da anni percepiva indebitamente assegni sociali a danno dell’Inps. Lo ha scoperto la guardia di finanza della Compagnia di Vibo Valentia.

In particolare, le indagini hanno permesso di accertare che un soggetto, stabilmente residente in Argentina dal 2003, nel 2005 ha fittiziamente trasferito la propria residenza nel Vibonese per richiedere, e successivamente ottenere, l’erogazione della misura assistenziale, nonostante la normativa preveda, tra l’altro, quale requisito la residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno dieci anni nel territorio nazionale.

Dalle indagini svolte, tuttavia, è stato rilevato come l’uomo, stabilitosi in Argentina, abbia fatto ritorno in Italia sporadicamente, rimanendo sul territorio nazionale per brevi periodi di tempo. Nonostante questo, negli anni dal 2007 al 2016, mettendo in atto una frode nei confronti dell’Istituto nazionale della previdenza sociale, ha percepito la somma di circa 50.000 euro come assegno sociale.

L’uomo è stato, quindi, denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, con la richiesta del sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente delle somme indebitamente percepite.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares