X

Il luogo dell'esplosione

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Ancora un episodio cruento nell’area delle preserre vibonesi dove è in atto da tempo una vera e propria guerra di ‘ndrangheta. Anche se al momento l’episodio in questione non è stato ricondotto alla faida in questione ma è al vaglio dei carabinieri che dovranno determinarne la matrice.

Questa mattina in via Nazionale a Savini, nel comune di Sorianello, un giovane è rimasto vittima di un’esplosione, causata da un ordigno piazzato sotto la sua auto, un’Opel Astra, parcheggiata nei pressi della propria abitazione.

[editor_embed_node type=”photogallery”]80320[/editor_embed_node]

 

La bomba è esplosa quando l’uomo è salito a bordo del veicolo. L’uomo, Nicola Ciconte di 28 anni, già noto alle forze dell’ordine per questioni di stupefacenti, ha riportato ferite gravi tra cui una lacerazione al polpaccio destro, ed è stato trasferito in elisoccorso presso l’ospedale di Catanzaro nel tentativo di salvargli la gamba dove ha riportato le maggiori ferite.

Sul posto era presente anche un medico che ha prestato i primi soccorsi in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118.

Le indagini sono condotte dal capitano Marco Di Caprio che si avvale dei suoi collaboratori, i marescialli Staglianò, Casella e Sciacca.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares