X
<
>

Domenico Primerano

Condividi:

VIBO VALENTIA – Non ce l’ha fatta Domenico Primerano, il 23enne originario della Frazione Vibo Marina che lo scorso 8 settembre era rimasto coinvolto in un incidente a bordo della propria moto (LEGGI LA NOTIZIA).

Il giovane, che si trovava ricoverato presso l’ospedale di Catanzaro, subito dopo l’incidente aveva subito l’amputazione di una gamba ma non era stato sufficiente perché il quadro clinico era stato comunque definito molto grave, poi poche ore fa il suo cuore si è fermato. Troppo gravi le sue condizioni dopo quel maledetto incidente stradale che gli provocò l’amputazione di una gamba. Il giovane centauro di Vibo Marina è deceduto all’ospedale di Catanzaro dov’era arrivato la sera dell’8 settembre scorso a seguito dell’impatto con un autobus lungo la ex Statale 522, nei pressi del comune di Parghelia.

La notizia della sua scomparsa ha fatto rapidamente il giro della città, in particolare della frazione, veicolata soprattutto per mezzo di Facebook con parole di cordoglio non solo degli amici ma anche di tanta gente che non conosceva il 23enne ma che era rimasta colpita dalla sua sventura. Tanti i messaggi di cordoglio e di dolore sul suo Profilo Facebook che gli amici hanno lasciato ricordando il giovane barman amato e apprezzato da tutti. Una morte che ha suscitato grande commozione a Vibo Marina dove Primerano viveva: “I tuoi occhi rimarranno sempre nel mio cuore amico mio caro”; “Fratello mio quante cose passate insieme, quante gridate e incomprensioni, quante giornate a scherzare e a prenderci in giro”; “sei stato un fratello per me non un semplice amico”, sono solo alcuni dei toccanti messaggi lasciati sulla bacheca facebook del 23enne la cui vita si è rivelata certamente non benevola visto che aveva perso la madre quando era ancora piccolo e viveva figlio insieme al padre che adesso lo piange. Così come una comunità intera.

L’incidente.

Primerano stava percorrendo in sella alla sua Honda Cbr 600 poco dopo la mezzanotte tra il 7 e l’8 settembre la Provinciale che costeggia il litorale, quando, superato il bivio che conduce a Parghelia si è scontrato violentemente contro un autobus, colpendolo nella parte anteriore, lato guidatore.

L’impatto è stato tremendo per il 23enne, sbalzato a diversi metri di distanza, insieme alla sua moto, provocando l’amputazione di una gamba. Privo di sensi, il ferito è stato immediatamente soccorso dai presenti e, dopo l’arrivo dell’ambulanza del 118 dall’ospedale di Tropea, è stato trasferito presso il reparto di rianimazione del nosocomio di Vibo Valentia. I sanitari hanno subito riscontrato un grave quadro clinico: oltre alla gamba ormai irrecuperabile, il giovane aveva riportato un consistente trauma cranico insieme ad altre fratture che hanno reso la prognosi strettamente riservata. 

 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA