X
<
>

Il seggio dove è accaduto l'episodio

Tempo di lettura 1 minuto

NICOTERA (VIBO VALENTIA) – Si sente male davanti al seggio elettorale e l’ambulanza dall’ospedale arriva dopo un’ora.

È quanto è accaduto ad un signore di Nicotera, C.P., di circa settant’anni, attorno alle 10 e trenta di stamattina, colto da un malore, un attacco epilettico pare, su Corso Umberto proprio davanti all’ingresso della scuola elementare che ospita le operazioni di voto per le comunali e le europee.

Quando si è sentito male caso ha voluto che si trovasse vicino a lui il Dottore L.C., giovane medico nicoterese che ha prestato i primissimi soccorsi, adoperandosi in quelle manovre salvavita atte ad impedire che la persona soffochi in casi simili. Senza il suo intervento C.P. probabilmente sarebbe morto subito. Ovviamente i Vigili Urbali, guidati dal comandante Gregorio Melidoni e i Carabinieri presenti hanno bloccato l’area e chiamato tempestivamente i soccorsi.

La città ha una Guardia Medica attiva h24 ed i medici sono arrivati dopo pochi minuti, prestando le prime cure del caso fortunatamente preceduti, come riferito, dal dottore L.C.. Di lì a poco un’ambulanza privata ha portato il paziente, dietro autorizzazione del personale sanitario, presso la guardia medica, che si trova presso il nosocomio cittadino, attivo con qualche ambulatorio ma di fatto mai aperto.

La sirene dell’ambulanza ospedaliera si sono sentite poco dopo le 11 e trenta, un’ora abbondante dopo i fatti quindi. A quest’ora si aggiungano altri trenta minuti abbondanti, date le condizioni disastrose delle strade, per raggiungere l’ospedale di Vibo Valentia. Tutto mentre i cittadini votano per rivendicare diritti costantemente negati. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares